Solo la Juventus: “Ha detto no a United e Inter”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:29

Solo la Juventus, la rivelazione di mercato: “No a Manchester United ed Inter”. Tutti i dettagli

Si è conclusa nel migliore dei modi la prima parte di stagione della Juventus di Massimiliano Allegri, dopo il fallimento in Champions League e i punti persi ad inizio campionato.

Solo la Juventus: "Ha detto no a United e Inter"
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus © LaPresse

La squadra di Allegri è risalita fino al terzo posto in classifica, nel segno di Rabiot, Kean e dei giovani lanciati dal tecnico. Nelle ultime settimane, infatti, si è preso la Juve anche Nicolò Fagioli, fresco di esordio anche in Nazionale. A ‘Tuttosport’, il fratello maggiore, Alessandro, ha raccontato: “La svolta di Lecce? Veniva impiegato pochissimo, nonostante le possibilità di inserirlo almeno all’apparenza ci fossero. Il merito di Nicolò è stato quello di non smettere di crederci, è stato bravissimo ad aspettare il suo momento. Prima di quella partita le sue telefonate erano tristi: non giocava e non riusciva a darsi una spiegazione”. Per la Juve il centrocampista ha detto no a Inter e Manchester United: “Nicolò è un mammone, la distanza non gli è mai piaciuta. Quando era nelle giovanili della Cremonese ha detto no al Manchester United: non si sentiva pronto per lasciare l’Italia. E per la Juve ha preferito declinare l’interesse dell’Inter (con cui fece un provino), del Milan e dell’Atalanta. La sua fede bianconera ha prevalso su tutto”.

Fagioli raccontato dal fratello: “Ha sempre voluto la Juve”

Solo la Juventus: "Ha detto no a United e Inter"
Nicolò Fagioli con la maglia della Juventus © LaPresse

“La sua intenzione è sempre stata quella di restare a Torino, anche rischiando di trovare poco spazio – ha rivelato il fratello – Negli ultimi giorni dello scorso mercato estivo si erano fatte sotto Cremonese e Sampdoria, ma alla fine è rimasto. Una scelta condivisa con l’allenatore e i dirigenti”. Infine, sul suo rapporto con Massimiliano Allegri: “Molto professionale. In queste settimane gli ha ripetuto tante volte che doveva rimanere tranquillo. Gli è stato vicino, promettendogli che il momento giusto sarebbe arrivato: così è stato. In passato Nicolò si è aggrappato anche alla presenza di Ronaldo: avevano un legame splendido, CR7 gli ha sempre confessato come vedesse in lui un grande talento”.