Juventus, scatta l’allarme Milik: l’annuncio che preoccupa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:45

La Juventus ha avuto un ottimo rendimento fin qui da Milik, sul futuro del polacco in bianconero però c’è preoccupazione

L’obiettivo primario per l’attacco, ad agosto, per la Juventus era Memphis Depay. Ma le richieste troppo elevate dell’olandese hanno fatto sì che i bianconeri si dirigessero poi su Arkadiusz Milik. Un profilo che a Torino piaceva da tempo, e che ha avuto un ottimo impatto sulla squadra di Allegri.

Juventus, scatta l'allarme Milik: l'annuncio che preoccupa
Arkadiusz Milik © LaPresse

Fin qui, 6 reti in 17 presenze complessive, in rapporto ai minuti giocati un rendimento anche migliore di quello avuto da Dusan Vlahovic. Il polacco ha confermato di essere attaccante in grado di segnare in molti modi diversi e di legare il gioco grazie a doti tecniche non comuni. Nella sua precedente esperienza al Napoli, infortuni e altre dinamiche lo avevano limitato, ma, quando aveva avuto spazio, aveva dimostrato di saper vedere la porta con continuità (20 reti nella stagione 2018/2019, la sua migliore a livello realizzativo in Italia, numeri bissati la stagione scorsa al Marsiglia). Un rendimento di tutto rispetto, che permette ad Allegri di contare su un giocatore di sicuro affidamento e capace di completarsi con tutti gli interpreti del reparto offensivo bianconero. Ma il suo futuro a Torino è ancora tutto da scrivere.

Juventus, Milik può tornare al Marsiglia: l’annuncio di Longoria

Juventus, scatta l'allarme Milik: l'annuncio che preoccupa
Pablo Longoria © LaPresse

Il giocatore è in prestito dal Marsiglia, con diritto di riscatto fissato a 8 milioni circa di euro, da aggiungere ai due sborsati per il prestito oneroso sancito a fine agosto. In Francia, però, stanno pensando all’ipotesi di riportarlo a casa. Ne ha parlato al quotidiano ‘La Provence’ il presidente marsigliese Pablo Longoria, ex capo scouting, tra l’altro, proprio della Juventus: “Abbiamo trovato un buon accordo con la Juve per il suo prestito, si sta esprimendo ad alti livelli. Tutti conosciamo le sue doti, probabilmente a inizio stagione non era adatto per il gioco che volevamo sviluppare, ma forse potremmo esserci sbagliati. Siamo contenti per come sta giocando, l’accordo per il riscatto è a favore della Juventus ma forse potrà tornare in futuro”. Scenari da monitorare dunque, anche se, per come il giocatore si sta esprimendo, si può facilmente immaginare che la Juventus vorrà riscattarlo.