Clamoroso, si ritira: stupore alla Juve

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:09

L’ex Juventus si è ritirato ufficialmente dal calcio: nella notte ha giocato la sua ultima partita da calciatore professionista

Ci sono calciatori che con un solo tocco del pallone riescono a fare innamorare i tifosi, giocatori a cui basta un attimo per conquistare tutti. Così è stato per Diego Ribas da Cunha con la Juventus, anche se l’avventura poi si può catalogare nel triste campo dei ‘fallimenti’.

Clamoroso, si ritira: stupore alla Juve
Diego Ribas da Cunha©LaPresse

Questa notte il fantasista brasiliano ha giocato la sua ultima partita da calciatore professionista in Flamengo-Avaì, concludendo così la sua carriera. Nella stagione 2009-2010 il mondo Juve è rimasto fulminato da quel talento brasiliano arrivato dal Werder Brema, una gigantesca illusione collettiva che ha reso ancora più fragorosa la caduta di quella squadra. Tutto è cominciato in quel Roma-Juventus, terminato sul risultato di 1-3 e impreziosito da una doppietta di Diego e da una rete di Felipe Melo. Una Juve in formato verdeoro che non è stata all’altezza di quelle premesse.

Diego lascia il calcio giocato | L’ex Juve si è ritirato nella notte

Diego lascia il calcio giocato | L'ex Juve si è ritirato nella notte
Diego Ribas da Cunha©LaPresse

Il talento di Diego Ribas da Cunha è germogliato con il Santos, in una squadra dove erano presenti giocatori come Robinho Elano, per poi emigrane in Europa con le maglie di Porto Werder Brema. Solamente dopo una grande esperienza in Bundesliga è arrivata la chiamata della Juventus, ma dopo aver fallito sotto la ‘Mole’ la sua carriera ha vissuto momenti complicati. Diverse stagioni passate tra il Wolfsburg e un doppio prestito all’Atletico Madrid: sono arrivati dei trofei, compresa una Liga con i ‘Colchoneros’, ma il brasiliano non è riuscito ad avere un ruolo da protagonista.

Dopo aver passato un paio di stagioni al Fenerbahce, ai margini del calcio europeo, Diego è ritornato in Brasile al Flemengo nel 2016. Le ultime sei stagioni della sua carriera li ha passati con il ‘Mengao’, dove ha ritrovato la serenità e la gioia di giocare. In questo periodo ha vinto per due volte il campionato brasiliano e due volte la Copa Libertadores: nella finale contro il River Plate del 2019, è bastata la sua presenza nei minuti finali per tenere in forte apprensione la difesa argentina, mentre quest’anno è entrato solamente per festeggiare. Questa notte si è ritirato dal calcio, portandosi via anche un pezzetto di storia della Juventus.