Crisi senza fine: traballa la panchina in Serie A

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:59

Crisi senza fine e contestazione dei tifosi: traballa la panchina in Serie A, il punto della situazione

“Sabato abbiamo una partita in cui siamo tutti in discussione. Dopo quella partita, ci vedremo davanti alle telecamere e spiegheremo tutto. Dimissioni se perdiamo? Io mi prendo le responsabilità e ci metto la faccia”.

Crisi senza fine: traballa la panchina in Serie A
Panchina Serie A © LaPresse

“Io sono felicissimo di difendere i colori della Samp. È un privilegio per me essere di nuovo in Serie A. Se io sono il problema, mi metto da parte. La mia è una riflessione su quello che ho dato io finora. Ora però non voglio scatenare polemiche, perché sabato c’è una gara molto importante per il quale cercherà di isolare la squadra, preparandola al meglio”. Dejan Stankovic non usa giri di parole dopo l’ennesima sconfitta della sua Sampdoria, sempre più in zona retrocessione e con uno scontro diretto decisivo alle porte. Sabato a Marassi arriverà il Lecce, reduce dall’importante successo con l’Atalanta, in un match già da ultima spiaggia per i blucerchiati e in particolare per Stankovic. Quagliarella e compagni sono stati anche contestati dai tifosi all’Olimpico di Torino: “I ragazzi hanno dato il 120%, ma il momento è difficile. Non li vedo tranquilli e le decisioni sono confuse. Non me la posso prendere con loro. Hanno resistito a una squadra molto fisica, subendo due gol a causa di mezzi errori. La situazione non è facile, ce la stiamo mettendo tutto. Le contestazioni dei tifosi ci stanno, ma i miei giocatori hanno dato tutto”. Decisiva, per Stankovic, sarà la gara casalinga contro i giallorossi.

Sampdoria, scontro diretto col Lecce da ultima spiaggia per Stankovic: le ultime

Crisi senza fine: traballa la panchina in Serie A
Stankovic, allenatore della Sampdoria © LaPresse

L’ex centrocampista è stato anche espulso, e successivamente consolato da Juric, un chiaro segnale dell’altissima tensione in casa blucerchiata. Per Stankovic e la sua squadra sarà decisiva la prossima sfida, lo scontro diretto col neopromosso Lecce. In caso di ko, come già ammesso dallo stesso allenatore, la separazione sembra inevitabile. Sullo sfondo i nomi già accostati dopo l’esonero di Giampaolo: da Iachini e D’Aversa, ancora sotto contratto, ad Andreazzoli e il sogno Ranieri. Il ruolino di marcia dice quattro sconfitte nelle ultime cinque giornate e solo 6 punti raccolti in 14 turni. La Samp e Stankovic sono già all’ultima spiaggia.