Pogba non lascia, ma raddoppia: “Sto meglio e voglio vincere alla Juve”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:06

Paul Pogba è stato il grande assente dell’inizio di stagione della Juve. Il centrocampista ha parlato delle sue condizioni e ha ribadito la voglia di vincere in bianconero

Paul Pogba non è un calciatore come gli altri per la Juve. Per questo, il suo ritorno in bianconero è stato accolto con grande gioia dai tifosi nell’ultima estate.

Pogba non lascia, ma raddoppia: "Sto meglio e voglio vincere alla Juve"
Paul Pogba © LaPresse

Poi, però, le cose non sono andate esattamente come tutti si aspettavano. Il francese è finito subito ai box per l’infortunio al menisco e la terapia conservativa scelta dal calciatore ha solo allungato i tempi, prima dell’intervento. Dal 2023, per, l’ex Manchester United vuole tornare ad avere un ruolo centrale per la Juve e non ha più intenzione di restare a guardare. Anche perché ci sarà ancora una rimonta in Serie A da portare avanti e poi l’Europa League che non può essere considerato un trofeo da snobbare. Stasera Pogba è grande ospite della cerimonia per il Golden Boy e ha detto parole importante per il suo futuro e la Vecchia Signora: “Era un sogno vincere qualcosa come il Golden Boy: una strada lunga. Voglio continuare a vincere anche qui alla Juve. Sto meglio. Rafaela Pimenta è una seconda mamma, mi ha fatto capire tante cose nel calcio e nella vita. Raiola? Tanti aneddoti. Passo il tempo a Manchester, avevo Ferguson che voleva fare il contratto. Mino disse: “Questo contratto neppure il mio cane lo firma. E siamo andati via da Manchester. Avevo davanti Ferguson”.

Non solo Pogba: ecco le parole della Pimenta dopo il premio al Golden Boy

Pogba non lascia, ma raddoppia: "Sto meglio e voglio vincere alla Juve"
Paul Pogba © LaPresse

Pogba, quindi, non ha alcuna intenzione di attendere ulteriormente, ma c’è anche chi di lui si interessa molto da vicino e che stasera ha ricevuto un riconoscimento piuttosto importante. Stiamo parlando di chi cura gli interessi del Polpo, Rafaela Pimenta, che proprio al Golden Boy è stata nominata come ‘Best agent player’. Nel suo discorso, ha rivelato com’è andata l’ultima estate, particolarmente difficile: “Non si dormiva, non si mangiava. È stata un’estate dura, la mancanza di Mino è stato un buco enorme. Siamo una famiglia, l’abbiamo superata assieme”.