Conte pesca in Serie A, accordo già raggiunto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:57

Antonio Conte chiede rinforzi per il suo Tottenham ed è pronto a pescare in Serie A: l’accordo sarebbe già stato raggiunto

Un messaggio forte e chiaro alla dirigenza. Lo ha lanciato Antonio Conte, che con il Tottenham ha centrato la qualificazione agli ottavi di Champions League e che si trova al terzo posto in classifica, a cinque punti di distanza (con una gara in più tra quelle giocate) dall’Arsenal capolista. ”Vedi i contendenti al titolo in questi periodi quando giochi ogni tre giorni e vedi che devi avere spessore in rosa. Un modello forte e di alta qualità. Abbiamo appena iniziato il nostro percorso”.

Atalanta, dall'Inghilterra: accordo per Malinovskyi al Tottenham
Antonio Conte ©LaPresse

Un segnale di come il tecnico salentino voglia rinforzi per gennaio per rendere gli ‘Spurs’ quanto più competitivi possibili. E dall’Inghilterra sottolineano come il primo colpo sia ormai praticamente ad un passo. Antonio Conte e la dirigenza dei londinesi avrebbero infatti deciso di pescare in Serie A e, ancora una volta, in quel di Bergamo.

Atalanta, accordo col Tottenham per l’addio di Malinovskyi

L’obiettivo, riferisce il ‘Daily Express’, sarebbe infatti Ruslan Malinovskyi. Il giocatore ucraino, che sul finire del mercato sembrava destinato a lasciare Bergamo anche per via di un rapporto con Gasperini apparso deteriorato, è rimasto in nerazzurro. Una partenza che però sarebbe stata soltanto posticipata. Malinovskyi ha il contratto in scadenza nel 2023, ma stando al tabloid britannico, la ‘Dea’ e gli ‘Spurs’ avrebbero già raggiunto un accordo per il trasferimento del giocatore alla corte di Antonio Conte.

Atalanta, dall'Inghilterra: accordo per Malinovskyi al Tottenham
Malinovskyi ©LaPresse

Il messaggio del tecnico sarebbe stato colto rapidamente dalla dirigenza e un’intesa sulla base di circa 15 milioni di euro sarebbe stata già raggiunta tra l’Atalanta e il Tottenham. Conte avrebbe dato il benestare all’operazione. Il tecnico, con l’innesto dell’ucraino, avrebbe così una nuova ulteriore opzione per il proprio attacco, considerando i numerosi impegni nazionali ed europei.