TV PLAY | Juventus, tutta la verità in diretta: “È successo negli Stati Uniti”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00

“L’UEFA ha studiato dei casi in Italia, affermando che se non ci sono almeno cinque giorni di recupero, il tasso di infortuni aumenta”

“Quando si gestiscono degli sportivi di altissimo livello, è tutto molto complesso. Hanno delle personalità a volte esuberanti, contatti con delle persone che magari danno consigli sbagliati”. Così a Calciomercato.it in onda su Tv Play il Dr. Francesco Della Villa, medico dello sport ed esperto di infortuni al ginocchio.

Infortuni Pogba, Lukaku e Chiesa: parla a Tv il Dr.Della Villa
Dott.Della Villa a Tv Play

Le prime parole del Dr.Della Villa chiamano in causa Paul Pogba: “La lesione rimediata dal francese è stata laterale, come ce ne sono tante. E’ successo tutto negli Stati Uniti, a Los Angeles è stato visitato da un chirurgo di altissimo livello. Purtroppo si è tentato di provare senza intervento, ma la scienza avrebbe consigliato un intervento immediato. Quindi all’inizio la raccomandazione era giusta, successivamente non è andata bene e il paziente non si è operato, perdendo delle settimane. Adesso è dentro un percorso di recupero, che non gli permetterà di andare al Mondiale. Sarebbe stato importante intervenire prima”.

Della Villa a Tv Play: “Pogba? Occorrono professionisti che consiglino bene ai giocatori”

“Quando si ha un infortunio complesso è fondamentale parlare con persone che sanno come trattare il problema – ha rincarato a Tv Play il Dr. Della Villa sempre a proposito del centrocampista della Juventus – Se si ascoltano persone che promettono miracoli allora le cose non vanno bene. Nel 2022 non dovrebbe succedere. Occorrono professionisti che consiglino bene ai giocatori, purtroppo queste sono le conseguenza quando si sbaglia”.

Infortuni Pogba, Lukaku e Chiesa: parla a Tv il Dr.Della Villa
Paul Pogba ©LaPresse

Da Pogba a Lukaku, di nuovo ai box per un problema muscolare: “Ha avuto una ricaduta che purtroppo ci sta. Mi auguro che possa recuperare. Gli infortuni muscolari sono molto comuni, solo che portano via alla squadra tanti giorni. In più stanno aumentando e coinvolgono anche altre squadre. L’UEFA ha studiato dei casi in Italia, affermando che se non ci sono almeno cinque giorni di recupero, il tasso di infortuni aumenta. Bisogna cercare un equilibrio tra performance e salute. Pubalgia Vlahovic? Si tratta di un complesso ‘cestino’ con dentro diverse condizioni cliniche. Quando si hanno questi problemi è normale che diventino cronici. Bisogna trattarlo”.

Lo specialista di infortuni al ginocchio ha concluso su Federico Chiesa, rientrato dopo la rottura del legamento crociato: “Meglio procedere con cautela. Rispetto a qualche anno fa, i tempi si sono allungati per gli infortuni al crociato. Se una volta si parlava di tempi stretti, oggi si parla di fare le cose per bene, con i tempi che si dilatano. Chiesa è un grande prospetto della nazionale, è giovane e con i giovani non si scherza. Il 20/30% degli under-25 avrà altri infortuni ai crociati in futuro“.