Pioli dà fiducia a Leao e avverte il Salisburgo: “Rimarranno delusi”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Le parole del tecnico rossonero e di Sandro Tonali alla vigilia del match contro gli austriaci, valevole per la sesta giornata di Champions League

Un pareggio per volare agli ottavi di finale di Champions League. Il Milan di Stefano Pioli domani sarà impegnato a San Siro contro il Salisburgo nell’ultima partita della fase a gironi.

Milan-Salisburgo: la conferenza di Pioli
Stefano Pioli in conferenza stampa

A Theo Hernandez e compagni basterà non perdere per conquistare un traguardo, che manca da troppi anni. Il Milan, però, giocherà per vincere: “Siamo delusi dal match di domenica ma siamo concentrati per la partita di domani – esordisce il tecnico in conferenza stampa -. Non siamo una squadra capace di gestire, dobbiamo attaccare e farlo bene. Siamo una squadra forte, con valori e tante motivazioni. Conosciamo le difficoltà della partita. Il Salisburgo non ha mai perso fuori casa. Abbiamo tutte le carte per fare bene. Dobbiamo fare attenzione alla loro fase difensiva. Rimarranno delusi se si aspettano un Milan come quello di Torino”.

Gli fa eco Sandro Tonali, intervenuto al fianco di Pioli, in sala stampa: “Domani bisogna fare una cosa sola, senza il pensiero che si possa pareggiare. Da giocatori maturi bisogna capire che è una partita da vincere. E’ giusto che ci sia pressione ma non bisogna avere paura. Abbiamo lavorato molto su di loro ma anche su noi stessi. Serve concentrazione e lucidità”.

I messaggi lanciati da Pioli e Tonali sono chiari: il Torino è un passaggio a vuoto e domani la squadra giocherà per vincere ma con i giusti equilibri. Il Milan non rinuncerà chiaramente a Rafael Leao, che sta bene, come confermato dal tecnico e dal centrocampista, ma non si presenterà con la sua versione più spregiudicata, quella vista a Zagabria, con il portoghese, De Ketelaere e Rebic, dietro alla punta Giroud.

Pioli teme le ripartenza degli avversari ed è pronto ad affidarsi al suo jolly, Rade Krunic per dare equilibrio. Charles De Ketelaere dovrebbe così partire ancora una volta dalla panchina. Servirà sacrificio da parte di tutti per uscire festanti da San Siro. In corsa per una maglia da titolare restano Rebic, Brahim Diaz e Messias.

 

Milan-Salisburgo, Tonali e Pioli ‘votano’ Leao

Tonali in conferenza
Sandro Tonali ©LaPresse

Come detto, Torino è stato un passaggio a vuoto per il Milan. Tutti hanno deluso. Lo ha fatto soprattutto Rafael Leao, protagonista in negativo, con due gol sbagliati, nei primi minuti, che avrebbero cambiato la partita.

Per il portoghese, come per il resto della squadra, è stato una serata no ma la fiducia nei confronti del classe 1999 è massima da parte di tutti.

Pioli e Tonali sono così pronti a puntare ancora su Leao: “E’ un grandissimo giocatore – afferma il mister -. Sicuramente domani sarà al pieno della sua condizione e darà il massimo. L’ho visto bene e concentrato”. “Sta bene – conferma il centrocampista -, non bisogna basarsi su una singola partita. Non ha alcun tipo di problema”.

Non c’è dunque alcun caso Leao. Domani toccherà a lui dimostrare che si è trattato solo di un passaggio a vuoto. Pioli, i compagni, e tutto il mondo rossonero credono in lui: la sfida contro il Salisburgo deve essere la sua partita.