Esonero Allegri a stagione in corso: Agnelli ha già deciso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:30

Esonero Allegri a stagione in corso: Agnelli ha già deciso sull’allenatore bianconero. Gli ultimi aggiornamenti

È già vigilia di campionato per la Juventus di Massimiliano Allegri a pochi giorni dall’eliminazione anticipata dalla Champions League.

Esonero Allegri a stagione in corso: Agnelli ha già deciso
La dirigenza della Juventus, da sinistra Pavel Nedved, Andrea Agnelli e Maurizio Arrivabene © LaPresse

Dopo il ko di Haifa, i bianconeri hanno perso anche a Lisbona col Benfica dicendo definitivamente addio al passaggio del turno. Proprio dopo il crollo col Maccabi Haifa, il presidente Andrea Agnelli era intervenuto così: “Allegri rischia? In una situazione come questa non è questione di una sola persona o di un uomo, non si tratta di giocatori, fisioterapisti, medici o altro. È questione di gruppo, ci sono nove partite in trenta giorni, ora dobbiamo posizionarci bene in vista di una seconda parte di stagione che ci deve vedere protagonisti. Io parlo di gruppo, non ci sono responsabilità individuali. Se non si vince un tackle non può essere colpa dell’allenatore”.

“Le verifiche la Juve le ha sempre fatte a fine anno, faccio fatica a pensare a un cambio in corsa alla Juve – ha annunciato il numero uno del club bianconero – Allegri è l’allenatore della Juve e rimarrà. Abbiamo un gruppo di 80-90 persone, deve avere la capacità di raggrupparsi e di ritrovare le qualità che questa rosa ha”. Anche il ko di Lisbona e l’addio alla Champions non avrebbe fatto cambiare idea al presidente bianconero. Almeno per il momento, Massimiliano Allegri non è a rischio esonero.

Allegri e la Juventus avanti insieme fino al termine della stagione

Esonero Allegri a stagione in corso: Agnelli ha già deciso
Massimiliano Allegri © LaPresse

Destini incrociati tra Massimiliano Allegri e Andrea Agnelli, come raccontato dal ‘Corriere dello Sport’: i due sono legati, perché il ritorno tecnico è stata in primis una scelta del presidente, e perché entrambi, per aspetti diversi, sono sotto pressione. L’allenatore per i risultati sportivi, il presidente per le vicende extra-campo e i conti degli ultimi anni, non corrisposti a risultati all’altezza. In altre parole, entrambi sono al centro del ciclone in casa bianconera, ma ci si ritrovano insieme. In questa situazione, il presidente della Juventus è intenzionato a difendere e confermare Allegri fino al termine della stagione, quando si farà il vero bilancio sull’operato del tecnico e si valuterà l’eventuale esonero.