PAGELLE E TABELLINO Fiorentina-Inter 3-4: Lautaro trascinatore, serataccia per Dimarco e Martinez Quarta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:53

Inzaghi vince al ‘Franchi’ al 95′ grazie a Mkhitaryan e resta agganciato al treno Scudetto: male Acerbi. Jovic al novantesimo non basta a Italiano

Pagelle e tabellino Fiorentina-Inter
Lautaro Martinez ©LaPresse

FIORENTINA

Terracciano 6,5 – Zero colpe sui gol di Barella e Lautaro, Nella ripresa compie un bell’intervento sul colpo di testa dell’argentino, che poi atterra in area.

Dodò 5 – Ingabbiato e con scarsa vena, si innervosisce e non sfrutta la serata no di Dimarco. (Dall’83’ Venuti 4 – La combina grossa al 95′)

Milenkovic 5,5 – Sfortunato nel rimpallo sull’azione del vantaggio nerazzurro. Si riassesta subito e sfrutta la sua esperienza per restare a galla, però sul 3-4 di Mkhitaryan va troppo leggero su Dzeko.

Martinez Quarta 4 – Ubriacato da Lautaro, dimostra nel complesso di non essere all’altezza della partita.

Biraghi 6 – Dà un buon supporto a Kouame, ma sul piano della qualità lascia molto a desiderare. (Dall’83’ Terzic s.v.)

Bonaventura 6,5 – Si ‘procura’ il rigore e riesce a pulire più di un pallone. Ha l’occasione per il pari, non ci arriva per poco.

Amrabat 5 – Fatica nell’anticipo, a prendere le misure agli avversari. Un po’ confuso, tiene in gioco Lautaro sull’azione del penalty. (Dall’83’ Barak s.v.).

Duncan 4,5 – Corre tanto combinando ben poco. Esce furioso con Italiano. (Dal 52′ Jovic 7 – Sembra un pesce fuor d’acqua, poi al novantesimo fa un gol… Alla Jovic che però non regala nulla ai viola).

Nico Gonzalez s.v. – Esce subito per un affaticamento al flessore. (Dall’8′ Ikone 7 – Appena entrato mette subito in apprensione l’Inter. Spreca una buona occasione da gol, che poi trova al quarto d’ora della ripresa di potenza e giustezza).

Cabral 6,5 – Su rigore torna al gol dopo sei mesi di astinenza. Non brilla, ma può essere la serata che fa scoccare la scintilla.

Kouame 7 – Lo trovi ovunque e ha sempre lo spunto, sul più bello non è però incisivo.

All. Italiano 6,5 – Riprende una partita che si era messa malissimo. Segnali di Fiorentina dei tempi migliori. Nella ripresa se la gioca con due punte, abbandonando per la prima volta l’amato 4-3-3, ed è premiato… Almeno fino al 95′, quando arriva la sesta sconfitta stagionale.

INTER

Onana 6 – Sembra già essersi preso la leadership della difesa e opta anche per il lancio lungo in modo da scavalcare la pressione viola. Spiazzato da Cabral dal dischetto, su Ikone e Jovic non può davvero nulla.

Skriniar 7 – Niente di trascendentale, ma nell’uno contro uno è sempre difficile da superare.

De Vrij 5,5  – Attento e preciso, gioca di esperienza su Cabral ma al novantesimo si perde Jovic.

Acerbi 5 – Disordinato, e sul 2-2 lascia troppo spazio a Ikone di puntare e calciare in porta.

Darmian 5,5 – Stavolta il ‘Franchi’ non gli porta bene. Troppo timido, ha lo spazio per affondare ma non lo fa. (Dal 67′ Dumfries 6 – Gioca con intelligenza, sfruttando corsa e fisico).

Barella 7 – Terzo gol consecutivo, già il quinto stagionale. E avrebbe potuto segnare anche il sesto, ma nell’occasione non è abbastanza freddo e la tira in bocca a Terracciano. Lo scatto nel finale dice tutto, crederci sempre.

Calhanoglu 5,5 – In partita solo a tratti. Tra pressione e calci, il turco fa fatica a emergere. .

Mkhitaryan 6,5 – Un po’ lento, quando salgono i ritmi sparisce. Ma ci crede fino alla fine, quando con una buona dose di fortuna realizza il gol vittoria.

Dimarco 4 – Con un’entrata sciagurata riapre una partita che appariva del tutto chiusa. Si divora subito la palla dell’1-3. Serataccia. (Dal 67′ Gosens 6 – Buon impatto sulla gara).

Correa 5 – Prima da titolare dopo il rientro dall’infortunio. La condizione fisica è quella che è e si vede. Dura una ventina di minuti scarsi. (Dal 60′ Dzeko 7,5 – Inventa calcio per Barella e Lautaro, dando un grande contributo alla vittoria. Un piacere per gli occhi vederlo giocare)

Lautaro Martinez 9 – Una prestazione da campione e leader tecnico. Trascina l’Inter con due gol (quello su rigore, per il momento, è pesantissimo) e un assist. Quest’Inter è sua. (Dall’85’ Bellanova s.v.)

All.Inzaghi 7 – Non è ancora un’Inter perfetta, ma è un’Inter che vuole sempre vincere. Fino all’ultimo. La voglia di restare agganciata al treno scudetto è premiata dalla fortuna all’ultimo secondo. Col senno di poi, ha fatto bene a tenere in campo Mkhitaryan. Ora la Champions, considerato il girone la qualificazione agli ottavi che sarebbe un capolavoro.

Arbitro Valeri 5 – Dopo il mancato rosso a Dimarco perde un po’ il controllo della gara tirando fuori cartellini gialli a iosa. Non lo dà però a Terracciano per il fallo su Lautaro.

TABELLINO

FIORENTINA-INTER 3-4
3′ Barella, 14′ e 72′ rig.Lautaro (I), 32′ rig.Cabral, 60′ Ikone, 90′ Jovic (F), 95′ Mkhitaryan

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Dodo (83′ Venuti), Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi (83′ Terzic); Bonaventura, Amrabat (83′ Barak), Duncan (52′ Jovic); Nico Gonzalez, Cabral, Kouame. All.: Italiano

INTER (3-5-2): Onana; Skriniar, de Vrij, Acerbi; Darmian (67′ Dumfries), Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco (67′ Gosens); Correa (60′ Dzeko), Lautaro Martinez (85′ Bellanova). All.: Inzaghi

Arbitro: Valeri di Roma 2
Ammoniti: Bonaventura, Acerbi, Inzaghi, Amrabat, Barella, Dumfries