Tegola Maignan e rivoluzione in attacco: il doppio annuncio di Pioli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:00

Le dichiarazioni del tecnico rossonero alla vigilia della sfida di San Siro, in programma domani contro gli uomini di Palladino

E’ vigilia di campionato per il Milan di Stefano Pioli. I rossoneri, privi ancora di Mike Maignan, recuperano Simon Kjaer e Charles De Ketelaere per la sfida contro il Monza.

Milan-Monza: la conferenza di Pioli
Pioli in conferenza stampa

Il tecnico campione d’Italia presenta la sfida, valevole per l’undicesima giornata di Serie A, in conferenza stampa.

Nel corso della chiacchierata con i giornalisti, ripresa da Calciomercato.it, sono stati diversi i temi trattati.

Si è parlato soprattutto della settimana difficile per Theo Hernandez e Maignan. Il primo come ha subito una rapina in villa, in cui erano presente la compagna e il figlio. Il portiere si è fermato per un nuovo infortunio: “Quello che è successo a Theo e Zoe è molto spiacevole. Siamo una famiglia, lui sa che noi ci siamo. I primi giorni era turbato. Maignan? Siamo molto dispiaciuti, è un giocatore importante. Lui spingeva per giocare prima, abbiamo fatto le cose per bene. E’ un altro muscolo. Credo che starà fuori fino a gennaio”.

Pioli assicura che la squadra non sta pensando a Zagabria ma è possibile assistere a dei cambi – “Ho un gruppo di giocatori forti. Nessuno giocherà tutte le sette partite, farò le mie valutazioni in vista della partita di domani e non penserò a martedì. De Ketelaere è a disposizione. Rebic e OrigiC’è questa possibilità di vederli insieme. Domani mattina sceglierò”. Con il croato e il belga in campo insieme, ci sarebbe chiaramente un turno di stop per Leao, oltre che per Giroud.

Milan distratto dalla Champions – “Non temo questo pericolo. Ho visto la squadra motivata e attenta”.

Il punto sui giovani – “Più passa il tempo, più sono integrati. Sono ragazzi validi, che quando servirà verranno impiegati. Adli? Sono contento della sua prestazione, contro una squadra molto fisica. Potrà fare ancora meglio”.

Milan, Origi titolare al posto di Giroud: Pioli risponde a CM.IT

Milan-Monza: la conferenza di Pioli
Divock Origi ©LaPresse

Come detto c’è la possibilità di vedere Origi dal primo minuto, un giocatore diverso da Giroud. Pioli risponde a Calciomercato.it sulle differenze dei due attaccanti -“Sono giocatori completi, che sanno attaccare gli spazi. Divock sa giocare con entrambi i piedi. Credo che Divock sia un centravanti completo, come Giroud. Entrambi sanno legare il gioco e dare profondità. Origi è tecnico, forte e vede la porta. E’ chiaro che le scelte verranno fatte anche in base alla partita che si ha intenzione di fare”.

Il regalo da parte dei suoi giocatori – “Vorrei che la squadra giocasse ai propri livelli. Inizia un troncone importante di stagione”.

Berlusconi chiama Pioli – “Sarà un match particolare. Ci sarà un aspetto romantico. Berlusconi e Galliani hanno fatto la storia del Milan. Sarà un match difficile, devo fare i complimenti a Palladino. La partita avrà molte insidie”.

Calendario più facile – “E’ qualcosa a cui non ho pensato. Se lo fai parti con il piede sbagliato. Non puoi sottovalutare nessuna partita in Serie A”.

Gabbia – “E’ un giocatore perfetto, per serietà ed educazione. Non ho alcun dubbio sul fatto che si farà trovare sempre pronto. Ha qualità anche nella costruzione, è sicuramente un giocatore importante”.

Brahim Diaz insieme a De Ketelaere – “E’ possibile vederli giocare insieme. Dipende sempre dalla disponibilità dei calciatori”.

Costruzione senza Maignan – “Dipenderà da partita in partita. Il Monza avrà un modo di difendere simile a quello del Verona”.

Ibrahimovic – “Non è mai banale, è sempre attento e intelligente. E’ di aiuto per i compagni. E’ una presenta positiva, il suo recupero procede bene ma è ancora lungo. E’ bello qui a Milanello, sta bene con i ragazzi e con lui mi confronto spesso”.

Vranckx – “Somiglia più a Sandro, ha l’energia giusta e si può sfruttare anche qualche metro più avanti”.