TV PLAY | Zhang cede l’Inter, Biasin: “Cifra importante”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:43

Fabrizio Biasin ha parlato dell’Inter a Calciomercato.it su Tv Play: dalla cessione dell’Inter al mistero Lukaku

Dalla cessione dell’Inter al rientro di Lukaku, passando per Kvaratskhelia: non c’è solo il club nerazzurro nell’intervento di Fabrizio Biasin a Calciomercato.it su Tv Play.

Biasin: Zhang cede per oltre un miliardo
Biasin

CESSIONE INTER – “Sono cose molto più grande di quello che posso sapere io. Non mi piace parlare di ciò che non conosco. Quello che so l’ho detto un mese fa quando, da fonte certificata, ho saputo che la famiglia Zhang stava ufficialmente cercando un compratore e non qualcuno che venisse a dare una mano. Ha fatto una cifra importante, sopra al miliardo di euro”.

STADIO – “Il fatto che esista un progetto in atto può attirare compratori. Sessantacinquemila  posti per molti sono pochi e sono d’accordo ma si parla di tempi lunghi: 2027-2028 per lo stadio e 2031-2032 per completare anche le aree esterne allo stadio. La cosa vera è che in questo momento si sta ragionando sulla cessione del club ma non ho idea se ci sia già qualche interessato”.

Inter, mistero Lukaku: “Tornerà un po’ alla volta”

Inter, Biasin: Lukaku convocato con la Fiorentina
Lukaku © LaPresse

Dagli affari societari a quelli di campo con il ritorno di Lukaku: “Il mistero è rappresentato dal fatto che diciamo che è vicino al rientro e poi slitta. Ora dovremmo esserci. Domani farà un’ultima verifica ma contro la Fiorentina dovrebbe essere convocato.  Significa che potrebbe avere però massimo un quarto d’ora. Credo che lo rivedremo al top nel 2023 e fino a i Mondiali farà spezzoni di partite”.

BROZOVIC-LOBOTKA – “Brozovic non sta vivendo un buon momento mentre Lobotka è il cervello del Napoli capolista. Lo slovacco sta facendo la differenza in questo momento. Spalletti ha messo entrambi a loro agio, ma personalmente preferisco Brozovic ma deve tornare ai suoi livelli”.

NAPOLI – “La sparo grossa: è la squadra che esprime il miglior calcio al momento in Europa. Provo a non esagerare, però non è facile trovare qualcuno che abbia avuto un impatto come Kvaratskhelia. Da questo ragazzo, che ogni settimana ci regala meraviglie, resto impressionato, raramente ho visto un giocatore in grado di fare ciò che vuole come fa lui. Crea superiorità, va al tiro, serve i compagni”.