PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-MILAN 1-2: Tonali decisivo, Gabbia fatica

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:48

Pagelle e tabellino  del match di Serie A, valevole per la nona giornata, tra i rossoneri e i gialloblu

Il Milan fatica ma vince a Verona e tiene il passo delle big. I rossoneri conquistano i tre punti grazie a Sandro Tonali.

pagelle verona-milan
Sandro Tonali ©LaPresse

Ecco i voti:

VERONA
Montipò 6,5 – Reattivo su Rebic ad inizio ripresa, poi nel finale è attento ancora sul croato e Theo Hernandez. Non può nulla in occasione dei gol presi.

Hien 5,5 – Regge fino alla rete di Tonali ma è certamente il centrale del Verona che fa meglio.

Günter 6,5 – Dopo l’autogol dello scorso campionato, trova la rete del pareggio. Dietro non sempre ha vita facile, come in occasione del 2 a 1.

Magnani 5 – Leao gli fa venir il mal di testa. Fatica a tenere in velocità anche Origi. Decisamente meglio nelle palle alte. Dal 70′ Cabal 5,5 – Non perfetto sulla rete della vittoria del Milan.

Faraoni 5,5 – Segue ad uomo Theo Hernandez, non preoccupandosi della fase offensiva. Non è certo l’esterno, pericoloso in avanti, ammirato negli anni scorsi.

Tameze 6 – Torna protagonista a centro con Bocchetti. Ci mette tanta intensità, manca un pizzico di qualità in più. Dal 65′ Hongla 5 – Fatica ad aiutare la squadra, il cartellino giallo dopo poco non è un buon biglietto da visita.

Veloso 5 – Prova a dare una mano alla squadra con la sua regia. Bene sui calci piazzati ma è sfortunato nel deviare nella propria rete il tiro di Leao, che porta i rossoneri in vantaggio.

Depaoli 6 – Ha più libertà di affondare e nel primo tempo lo fa con i tempi giusti. Nella ripresa si spegne, non riuscendo più ad incidere, anche se nel finale va vicino al gol. Murato da Thiaw

Hrustic 5 – Ha sulla coscienza il pallone perso che dà il via al primo gol della serata. La sua ripresa si apre con un’occasione non sfruttata in pieno. Dal 54′ Piccoli 6,5 – Subito traversa di testa, che fa tremare il Milan. Mette in apprensione costante la difesa rossonera.

Verdi 6 – Si muove fra le linee, rendendosi pericoloso. E’ bravo a dare il via alle ripartenze. Dal 70′ Kallon s.v.

Henry 5,5 – Gioca per la squadra, lottando come un leone tra le maglie rossonere. Dal 65′ Djuric 6 – I suoi centimetri mettono in difficoltà la squadra Pioli. Sfiora il gol ma trova un super Thiaw.

All. Bocchetti 6 – Il suo Verona non ha paura e gioca a testa alta, pressa e fa faticare il Milan, che la spunta solo nel finale.

MILAN
Tatarusanu 5,5 – Non può nulla in occasione del gol subito ma un’uscita a vuoto a fine partita mette i brividi ai rossoneri.

Kalulu 5,5 – Qualche sbavatura di troppo per il difensore francese, che sulla fascia spinge poco.

Gabbia 5 – E’ sua la deviazione decisiva che batte Tatarusanu per l’uno a uno. Poi si perde completamente Piccoli che colpisce la traversa. Nel finale qualche buon salvataggio ma anche qualche errore di troppo. Con il ritorno di Kjaer, si accomoderà in panchina e a gennaio una sua partenza non si può certo escludere.

Tomori 6 – Il Milan va in affanno dietro ma il centrale inglese regge fino alla fine.

Hernandez 6 – Partita ordinata per il francese, con un paio di spunti interessanti, come l’assist per Rebic ad inizio ripresa e il tiro da fuori, che trova un attento Montipò.

Krunic 5,5 – Torna a fare il mediano senza grandi successi. Un buono spunto quando parte palla al piede e nulla più. Dal 60′ Pobega 5,5 – Passo indietro per il centrocampista italiano, che non entra bene in campo, non mettendoci la giusta determinazione.

Tonali 7 – Partita complicata per il numero otto, che non è quello ammirato nelle ultime gare ma trova l’energia per il gol del 2 a 1, quello della vittoria. Ancora a Verona, come la passata stagione.

Diaz 6,5 – Sempre più nel vivo dell’azione. Dimostra di trovarsi bene sulla fascia destra, anche se in copertura non è sempre perfetto. C’è anche un assist al bacio per Giroud. Dal 45′ Rebic 6,5 – Il suo match inizia con un tiro addosso a Montipò. E’ schierato a destra, dove non ama giocare ma riesce a servire a Tonali l’assist vincente.

Adli 5 – E’ la sorpresa della serata. Pioli lo schiera sulla trequarti, rinunciando all’uomo di peso. Il francese vaga per il campo, alla ricerca della giusta posizione. Dal 60′ Bennacer 6 – Entra sul terreno di gioco e il Milan torna a girare con più ordine.

Leao 6 – Dopo un primo tempo fatto di accelerazioni e spunti importanti, si spegne nella ripresa. Dall’82’ Thiaw 7 – Pochi minuti per mettersi in mostra con due super salvataggi. Gli interventi su Depaoli e Djuric sono come due gol. Il popolo rossonero già lo ama.

Giroud 5 – Errore grave quello davanti a Montipò. Un vero bomber come lui non può sbagliare. Dal 45′ Origi 6 – E’ portato a giocare per la squadra, sacrificandosi e abbassandosi tanto. Buona la prova del belga, che però non ha occasioni da gol con cui mettersi in mostra. Qualche tentativo dalla distanza ma non è fortunato.

All. Pioli 6 – Non è un bel Milan ma alla fine la vince con i cambi. Positivo anche l’ingresso nel finale di Thiaw.

Massa 6,5 – Protesta il Verona per dei tocchi di mano dentro l’area di rigore. La tecnologia conferma che le sue scelte sul campo erano giuste. Appare corretta anche la gestione dei cartellini.

TABELLINO
VERONA-MILAN 1-2

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Hien, Günter, Magnani; Faraoni, Tameze, Veloso, Depaoli; Hrustic, Verdi; Henry. A disp.: Berardi, Chiesa; Cabal; Hongla, Perilli, Praszelik, Sulemana, Terracciano; Djurić, Kallon, Piccoli. All.: Bocchetti.

MILAN (4-2-3-1): Tătărușanu; Kalulu, Gabbia, Tomori, Hernández; Krunić, Tonali; Díaz, Adli, Leão; Giroud. A disp.: Jungdal, Mirante; Ballo-Touré, Dest, Thiaw; Bakayoko, Bennacer, Pobega, Vranckx; Messias, Origi, Rebić. All.: Pioli.

Arbitro: Massa di Imperia.
AMMONITI: 66′ Magnani (V), 68′ Hongla (V), 75′ Faraoni (V), 80′ Theo Herndanez (M), 88′ Rebic (M)
ESPULSI:
GOL: 9′ Autogol Veloso, 17′ Autogol Gabbia (M), 80′ Tonali (M)