Marani e il ‘nuovo’ Inzaghi: “Scelte di rottura”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41

Simone Inzaghi sta riuscendo a trovare la quadra e ora i risultati arrivano per l’Inter, Marani racconta: “Gli sono state chieste scelte di rottura”

Nel momento più buio dell’avventura di Simone Inzaghi sulla panchina nerazzurra è arrivata la vittoria contro il Barcellona a San Siro. Da quel momento, il tecnico romagnolo sembra aver cambiato marcia e l’Inter ora è tornata a vincere con continuità.

Marani e il 'nuovo' Inzaghi: "Scelte di rottura"
Simone Inzaghi©LaPresse

Il lunch match di Serie A non ha riservato sorprese: le reti di Barella Lautaro Martinez hanno piegato la Salernitana e consegnato i tre punti al club meneghino. La mano di Simone Inzaghi si è notata ancora una volta nell’approccio alla partita e nelle scelte che ora stanno pagando in maniera positiva. In primis, quella di schierare André Onana in porta al posto di Samir Handanovic: prima da titolare in Serie A e primo clean sheet per il portiere africano. Il giornalista di ‘Sky’ Matteo Marani ha parlato di un ‘nuovo’ Inzaghi come chiave di questa risalita in casa Inter.

Marani elogia Inzaghi e avverte: “Ora bisogna capire l’Inter in prospettiva”

Marani e il 'nuovo' Inzaghi: "Scelte di rottura"
Matteo Marani (Screen TV)

Ai microfoni di ‘Sky Sport’, Matteo Marani ha parlato della svolta in casa Inter e del nuovo corso di Simone Inzaghi: “Ci sono state scelte di rottura, che anche la società gli chiedeva. Eravamo abituati a vedere Inzaghi con un profilo basso, ma ad oggi rivendica anche quello che ha fatto. La cosa curiosa è capire l’Inter in prospettiva”. Anche in chiave scudetto, quindi, attenzione al rientro dei nerazzurri. Le nuove certezze del club meneghino possono dare forza e portare ad una continuità di risultati importante.

Una delle scelte che più ha pagato per Simone Inzaghi è stata quella di schierare Hakan Calhanoglu in cabina di regia al posto dell’infortunato Brozovic. L’anno scorso aveva sofferto il turco in quella posizione, ma nella doppia sfida contro il Barcellona e oggi contro la Salernitana è stato tra i migliori in campo. Scelte difficile, non banali, che hanno portato l’Inter a risollevare la testa e a ritrovare risultati positivi. Il merito e la firma sulla risalita dei nerazzurri, in questo caso, va attribuito a Simone Inzaghi.