Lukaku è un ‘caso’, dall’Inghilterra: “Declino e spaccatura”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:14

Tornato all’Inter all’inizio dell’estate scorsa, il belga è out da fine agosto ufficialmente per una ditrazione ai flessori della coscia sinistra

E’ iniziato male il Lukaku 2.0. Tornato all’Inter all’inizio dell’estate dopo nemmeno un anno (pessimo) al Chelsea, il bomber belga è fuori gioco da fine agosto ufficialmente per una distrazione ai flessori della coscia sinistra. Inzaghi avrebbe dovuto riaverlo a disposizione subito dopo la sosta, se non addirittura la giornata di campionato appena prima, invece non è stato così. Il rientro previsto con la Salernitana, ovvero domani, è slittato ulteriormente. Adesso a Fiorentina-Inter di sabato prossimo, in pratica due mesi dopo l’infortunio.

Inter, spaccatura con Lukaku: i dettagli
Romelu Lukaku ©LaPresse

Un gol, alla prima a Lecce, e un assist a Lautaro per il gol del vantaggio contro lo Spezia. Poi la partita dell’Olimpico, del tutto anonima, in casa della Lazio. Tre presenze fin qui per Lukaku, nel frattempo la squadra è andata in profonda crisi, a un passo dal naufragio con Inzaghi a forte rischio esonero. Alla fine si è ricompattata, vincendo col Barcellona al ‘Meazza’ e sfiorando il bis al ‘Camp Nou’, di mezzo il successo contro il Sassuolo. In poche parole, c’è stato la svolta… Senza Lukaku. Che in Inghilterra, a commento della sua situazione qui all’Inter, ritengono in “declino fisico”. Troppo fragile, vedi anche l’anno passato al Chelsea. Il ‘Daily Mail’ sostiene, considerato questo lungo stop, che il problema accusato ai flessori sia “più grave del previsto“, tanto che il classe ’93 teme per la sua partecipazione al Mondiale.

Inter, valutazioni a fine anno su Lukaku: “Spaccatura diplomatica”

Inter, spaccatura con Lukaku: i dettagli
Romelu Lukaku ©LaPresse

Lukaku è un ‘caso’. Se nei prossimi mesi non darà migliori garanzie sul suo stato fisico, il club di viale della Liberazione potrebbe decidere di non confermarlo, cioè di non andare a trattare col Chelsea per un altro anno di prestito. “A fine stagione l’Inter svolgerà un’analisi tattica, tecnica ed economica per cercare di capire quale dovrebbe essere il futuro di un giocatore che, a 30 anni, ha scoperto di avere i muscoli fragili come il burro“, scrive sempre il ‘Daily Mail’ che parla apertamente di “spaccatura diplomatica” tra la stessa Inter e il numero 90 da quando il belga un mese fa scelse di andare a proseguire le cure in Belgio ‘impedendo’ allo staff sanitario interista di monitorare da vicino la sua situazione. Da lì in poi, le condizioni del centravanti sarebbero peggiorate…