TV Play | Juventus, esonero Allegri: “Se va via non risolvi niente”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:34

Profonda crisi in casa Juve e il giornalista Roberto Pavanello a Tv Play parla del futuro di Allegri: “Se lo esoneri non risolvi nulla”

Due sconfitte una più pesante dell’altra per la Juventus, prima contro il Milan poi contro il Maccabi Haifa, che fanno sprofondare in una profonda crisi i bianconeri. Il passaggio agli ottavi di Champions League ormai è praticamente impossibile e l’obiettivo rimane quello di arrivare almeno terzi per scendere in Europa League.

TV Play | Juventus, esonero Allegri: "Se va via non risolvi niente"
Il giornalista Roberto Pavanello a Tv Play

Una crisi che va avanti da inizio campionato e che Massimiliano Allegri sembra non riuscire più a gestire. Per questo motivo la sua posizione in panchina continua a essere in bilico. Il giornalista Roberto Pavanello ai microfoni di Calciomercato.it in onda su TvPlay, ha parlato proprio del momento bianconeri e delle ambizioni della squadra: “I processi si fanno ai delinquenti, è un termine che non mi piace. Guardando la classifica e le prospettive della mia squadra la Conference League è un buon posizionamento, ad essere ottimisti”.

Juventus, Pavanello controcorrenti: “Al netto degli errori mi tengo Allegri”

TV Play | Juventus, esonero Allegri: "Se va via non risolvi niente"
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus ©LaPresse

La Juventus vive uno dei momenti più difficili di sempre e dopo la brutta sconfitta subita ieri contro il Maccabi Haifa è inevitabile che la posizione di Massimiliano Allegri venga messa nuovamente in bilico. Ai microfoni di Calciomercato.it in onda su Tv Play il giornalista Roberto Pavanello parla del futuro di Allegri: “Io al netto degli errori mi tengo gli Agnelli. Il primo errore di Allegri è stato ingaggiare Sarri. Essersi fatto trascinare verso quella scelta azzardata. Quello è stato l’inizio del crepuscolo. Senza il Covid quell’anno il campionato lo avrebbe vinto la Lazio. Sarri non c’entrava proprio nulla con la Juventus. Da lì non ci hanno capito più niente. Hanno scelto prima Pirlo in un quarto d’ora, poi Allegri perché speravano di riprendere la magia di Cardiff. Se domani va via Allegri non si risolve niente”.

Sul Mondiale che interromperà la stagione spiega: “Alla Juventus va bene che ci sia il Mondiale. A Gennaio inizia un’altra mezza stagione che ti porta al prossimo anno. Diversi allenatori e giocatori si libereranno e rifletteranno. Sarà tutta un’altra storia”. Poi sul derby contro il Torino: “Il Torino segnerà tre gol. Io ho visto la partita con l’Empoli, doveva vincere 4-0. Non so perché abbia pareggiato. Il nostro perno della difesa è Bonucci che adesso è impresentabile”.