Invasione di campo finisce in tragedia: almeno 182 morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:07

Invasione di campo e disordini al termine di una partita di calcio con un bilancio drammatico: numerose vittime e feriti

Ciclicamente, si ripetono purtroppo episodi legati al mondo del calcio, che con questo sport non hanno nulla a che fare. Episodi di violenza drammatici che richiamano più a scenari di guerra che ad eventi sportivi.

Invasione di campo finisce in tragedia: almeno 129 morti
Scontri allo stadio di Malang, in Indonesia © ANSA

L’ultimo, si è verificato ieri in Indonesia. Il match di campionato tra Arema e Persebaya si è concluso con gravi disordini e un bilancio che attualmente parla di 182 morti, purtroppo in costante aumento con il passare delle ore, e numerosissimi altri feriti, a seguito di una massiccia invasione di campo da parte dei tifosi di casa al fischio finale dell’arbitro.

Indonesia, dramma a fine partita: invasione di campo e vittime calpestate dalla calca

Invasione di campo finisce in tragedia: almeno 129 morti
Scontri allo stadio di Malang, in Indonesia © ANSA

Il match in questione si disputava nella provincia di Giava Orientale, nella città di Malang. Si trattava di una sfida molto sentita, con gli ospiti del Persebaya vittoriosi, alla fine, per 3-2. Una disfatta che per l’Arema non si verificava da vent’anni. E che i suoi tifosi non hanno mandato giù. Lo stadio Kanjuruhan era gremito in ogni ordine di posto, con 44 mila spettatori. Circa tremila dei quali, al termine della partita, si sono riversati inferociti in campo.

Il ‘Mirror’ riferisce che la polizia, dopo aver scortato fuori dal campo i giocatori del Persebaya, ha tentato di sedare gli animi, senza riuscirci. I disordini, che oltre al terreno di gioco si sono spostati anche all’esterno dello stadio, con diversi veicoli dati alle fiamme, sono peggiorati quando le forze dell’ordine hanno lanciato gas lacrimogeni per disperdere la folla. Ma a quel punto, si è scatenato il panico tra i tifosi. Nel fuggi fuggi generale, sono morte almeno 182 persone calpestate dalla calca, come raccolto dalle autorità locali e ripreso dalle agenzie di stampa internazionali, aggiornando il dato precedente che parlava di 129 morti, ma si tratta di un bilancio probabilmente e purtroppo ancora provvisorio. Il capo della polizia locale, Nico Afinta, ha riferito infatti che il bilancio dei feriti ricoverati nei due principali ospedali della zona ammonta ad almeno 180 persone, di cui diverse sono in condizioni molto gravi. Tutte le gare restanti del turno di campionato sono state sospese in segno di lutto. L’Arema andrà incontro a una squalifica del campo che durerà per tutto il prosieguo della stagione.