CM.IT | Non solo Inter e Roma, tris italiano su Timber

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:29

Inter e Roma hanno messo nel mirino Timber, sfidando in sede di calciomercato Bayern Monaco e Manchester United, ma non solo

L’8 e il 15 aprile del 2021, contro la Roma che eliminò l’Ajax ai quarti di Europa League, c’era un ragazzino non ancora ventenne su cui ten Hag puntava già molto: Jurrien Timber, all’epoca in coppia con Lisandro Martinez che nel frattempo è passato al Manchester United. Timber è ancora lì, all’Ajax, ora in mezzo fa coppia con Bassey nella difesa a 4. In estate i Lancieri hanno respinto offerte economiche importanti, da 25 milioni, piovute dalla United (che poi è andato sul ventiquattrenne argentino compagno di squadra di Jurrien) e dal Bayern. Lì funziona così: le uscite sono programmate e intanto si costruisce il futuro in casa. Timber molto probabilmente sarà il prossimo ad essere ceduto.

CM.IT | Non solo Inter e Roma, tris italiano su Timber
Jurrien Timber ©LaPresse

Curioso il suo percorso, diviso con il fratello gemello Quinten ed il più grande Dylan (è del 2000). Il cognome è quello della mamma Marylin, la donna che li ha accompagnati sui campi quando erano adolescenti. Dal DVSU, la scuola calcio di Utrecht dove tutto iniziò al Feyenoord nel 2008, quando c’era anche l’Ajax in pressing per avere i gemelli, ma siccome Dylan piaceva solo al club di Rotterdam si decise di andare tutti lì. Sei anni dopo Jurrien e Quinten hanno fatto il salto ad Amsterdam per completare la formazione. Poi uno, il difensore, è rimato con i Lancieri e l’altro, il centrocampista, è tornato a Rotterdam. Jurrien Timber è cresciuto e la sensazione è che oggi il suo ruolo sia definito.

Calciomercato Inter, sfida a Napoli e Roma per Timber

Calciomercato Inter, sfida a Napoli e Roma per Timber
Inzaghi e Mourinho ©LaPresse

Ten Hag lo considerava un giocatore un po’ universale, bravo da centrale (forse la posizione che lo esaltava di più), ma utilizzabile anche da terzino destro, da schermo davanti alla difesa e forse anche in mezzo al campo. “Uno che sa trattare il pallone e dovrebbe osare di più nella gestione della palla”, le parole del tecnico che lo avrebbe rivoluto allo United. Non è una torre Timber (è alto 1,79 centimetri) ma è muscoloso, tiene la posizione, ha una buona eleganza e un ottimo senso dell’anticipo. Manchester United e Bayern continueranno a seguirlo con attenzione, ma anche in Italia il ragazzo è su qualche taccuino importante.

La Roma da quando ci ha giocato contro lo monitora per pesarne la crescita, Napoli e Inter, secondo quanto raccolto da Calciomercato.it, periodicamente lo fanno visionare. Già, non è escluso che Timber possa arrivare in Serie A. Agli esteti del calcio piace: anche Van Gaal, il ct dell’Olanda di cui sta diventando un pilastro, ne ha una grande stima.