Mourinho festeggia e lancia un’altra frecciata: “Non è una novità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58

José Mourinho ha parlato in occasione dei 22 anni da allenatore e senza far mancare una nuova frecciata, arrivata dritta al punto

Il carattere di José Mourinho abbiamo imparato a conoscerlo e sicuramente anche ad amarlo, nel bene e nel male.

Mourinho festeggia e lancia un'altra frecciata: "Non è una novità"
Mourinho © LaPresse

L’allenatore portoghese ha condotto l’Inter direttamente sul tetto d’Italia e d’Europa con una tripletta di trofei che è entrata nella storia del calcio del nostro Paese dell’intero mondo dello sport. Dall’anno scorso, il tecnico è tornato a catalizzare le attenzioni dei tifosi con il ritorno in Italia, alla Roma, e ha dimostrato subito di non aver perso il suo stile e la sua fame per le vittorie, alzando subito al cielo la Conference League e facendo impazzire l’intera Capitale. Oggi, in occasione dei 22 anni da allenatore, il tecnico portoghese ha parlato a margine del ‘Golden Quinas Gala’: “Questi anni sono passati velocemente, ma mi sento bene e voglio continuare. Sono forte, motivato, mi piace vincere, odio perdere: posso dire che non è cambiato nulla“. Insomma, Mourinho pone subito l’asticella un po’ più in là: “Non saranno altri 22 anni, ma voglio continuare ancora qualche anno“.

Mourinho sull’espulsione contro l’Atalanta e le possibilità sul calciomercato

Mourinho festeggia e lancia un'altra frecciata: "Non è una novità"
Mourinho © LaPresse

Il tecnico giallorosso torna anche sul tema delle espulsioni, e pochi giorni dopo quella contro l’Atalanta: “Oggi che festeggio 22 anni da allenatore: l’espulsione non è una novità per me. Forse rispecchia il mio modo di essere e non voglio che cambi”. Poi scatena i tifosi della Roma con gli obiettivi per questa stagione: “L’anno scorso nessuno si aspettava quello che abbiamo fatto, ma quest’anno cercheremo di fare anche meglio”. E non poteva mancare anche una frecciata diretta ai rivali in Serie A, e sicuramente alla Juventus di Allegri: “Non abbiamo lo stesso potenziale economico dei nostri rivali: abbiamo fatto un mercato da sette milioni di euro”. E continua: “Abbiamo qualità, passione, tante persone a cui piace lavorare insieme. Poi vedremo a fine anno”.

Non mancano dichiarazioni anche sul possibile futuro da Commissario tecnico, dato che già in diverse occasioni è stato accostato al Portogallo: “Chissà se Fernando Santos non continuerà per molti altri anni ancora. Congratulazioni anche alla squadra di futsal”.