De Rossi a ruota libera: l’annuncio sul futuro è chiaro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05

Daniele De Rossi, assistente di Roberto Mancini in Nazionale, ha rilasciato alcune dichiarazioni in un’intervista: annuncio sul futuro

Da domani sarà tempo di concentrarsi nuovamente sull’Italia. Durante la sosta per le nazionali gli Azzurri, targati Roberto Mancini, saranno impegnati nei match di Nations League in programma venerdì 23 settembre e lunedì 26, rispettivamente contro Inghilterra ed Ungheria. Due prove da non prendere sotto gamba, anche se si tratta oggettivamente di una competizione minore.

De Rossi a ruota libera: l'annuncio sul futuro è chiaro
Daniele De Rossi alla Rai

Il percorso per la rinascita è ancora estremamente lungo, perciò bisogna sfruttare fin da subito ogni minima occasione al fine di costruire un gruppo sempre più forte e compatto. Il CT, dal canto suo, ha deciso di cambiare in maniera drastica, dando maggior spazio ai giovani talenti italiani (e ne abbiamo diversi molto interessanti). Nei mesi a venire sarà ovviamente rilevante anche il contributo dello staff del mister, del quale attualmente fa parte pure Daniele De Rossi. A tal proposito, l’assistente di Mancini ha rilasciato stasera un’intervista – in diretta su ‘Rai 2’ – trattando vari argomenti, tra cui il suo futuro da allenatore. Per cominciare, l’ex capitano della Roma ha così risposto alla domanda su come ritrovare lo spirito giusto in Nazionale: “È un momento del calendario completamente diverso. Anche fisicamente i ragazzi saranno sicuramente più freschi. Gli stimoli ce li daranno questa manifestazione è la maglia che indossiamo. È una competizione nuova, bisogna prenderla seriamente rispettando tutti gli impegni“.

CONVOCAZIONI ZANIOLO E CALABRIA:Se ho parlato con Mancini delle loro esclusioni? Noi parliamo di tutti i giocatori, delle condizioni fisiche e delle motivazioni. Poi il mister fa le sue scelte e se vorrà le spiegherà lui nel dettaglio in conferenza. Io posso garantire che lui prende sempre le decisioni per il bene della Nazioale. Può succedere che alcuni giocatori non vengano convocati di nuovo in Nazionale, è capitato mille volte. Penso che a prescindere bisogna fidarsi del mister, che ci ha fatto vivere una delle notti migliori della nostra vita”.

Italia, De Rossi: “Futuro? Ora sono concentrato sulla Nazionale”

De Rossi a ruota libera: l'annuncio sul futuro è chiaro
De Rossi © LaPresse

FUTURO:Abbiamo (parla con Marchisio, ndr) vissuto tante notti speciali, con questa maglia addosso si vivono sempre grandi emozioni. Non abbiamo alzato insieme coppe importanti, ma credo che abbiamo rispettato sempre la maglia. Quando mi metto in proprio come allenatore? Poteva succedere qualcosa a giugno o dopo, magari succederà qualcosa tra poco. Adesso è una fase di attesa. Per me qui è come una famiglia e sto benissimo. Ovviamente, però, i fatti sono chiari e abbiamo parlato di quello che vorrei che succedesse, ma ora ho la testa concentrata a pieno sulla Nazionale. È importante anche ciò che si deve fare da collaboratore tecnico”.

FONTI DI ISPIRAZIONE:Guardiola e De Zerbi sono due tra i più forti in circolazione ora. Mi piace molto quella filosofia di gioco, per questo mi sono innamorato di Luis Enrique dal primo giorno che l’ho avuto. Ora quel gioco lo fanno in parecchi, è una cosa che è già più vista adesso. Io devo apprendere da tutti, assorbire qualcosa anche da coloro che hanno una filosofia diversa. Ci saranno momenti in cui dovrò ricordarmi che esiste anche un calcio diverso rispetto a quello che fanno Guardiola, De Zerbi, Luis Enrique e in parte anche Spalletti, senza stravolgere l’idea originale. Bisogna costruirsi una propria identità, studiando tutte le idee e le filosofie di gioco. Con il rispetto per le caratteristiche dei giocatori”.