Inzaghi avverte l’Inter sull’Udinese: nuovo annuncio sul turnover

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:24

Simone Inzaghi ha parlato alle porte di Udinese-Inter e rilasciando dichiarazioni importanti sul turnover e sulle scelte in vista dei prossimi impegni

Udinese-Inter è sempre più vicina e i nerazzurri non possono fallire l’appuntamento con la vittoria se vogliono restare attaccati ai primi posti in classifica.

Inzaghi avverte l'Inter sull'Udinese: nuovo annuncio sul turnover
Inzaghi © LaPresse

Il match di oggi all’ora di pranzo si configura come decisivo per i nerazzurri per tenere il passo di Milan, Napoli, Roma e Atalanta, anche perché due di queste si sfidano tra loro e, per forza di cose, lasceranno punti per strada. Anzi, le prime sei saranno impegnate in una serie di scontri diretti che potrebbero essere importantissimi per capire l’andamento di questa Serie A. L’Inter, per dare continuità alle ultime vittorie, passa anche dalle scelte di Simone Inzaghi. Il tecnico ha cambiato, per forza di cose, qualche elemento, visti i tanti impegni ravvicinati. Allo stesso tempo, potrebbe avere un significato importante la conferma di Francesco Acerbi al centro della difesa dopo la prova positiva contro il Viktoria Plzen. A centrocampo, Henrikh Mkhitaryan prende il posto dell’infortunato Hakan Calhanoglu, mentre in avanti spazio alla coppia formata da Lautaro Martinez ed Edin Dzeko. Poco prima del fischio d’inizio, Simone Inzaghi ha spiegato i rischi e le motivazioni di questa partita, ma anche le sue scelte di formazione.

Udinese-Inter, Inzaghi spiega le scelte di formazione

Inzaghi avverte l'Inter sull'Udinese: nuovo annuncio sul turnover
Inzaghi © LaPresse

Inzaghi non lascia nulla al caso e nel prepartita si è soffermato ai microfoni di ‘Sky Sport’, spiegando le motivazioni delle sue scelte di formazione e la gestione del turnover che è un tema decisamente importante di questa parte di campionato, visto: “Mi aspetto una sfida fisica contro un avversario che è in un ottimo momento. Turnover? Noi allenatori siamo giudicati dai risultati, sappiamo che abbiamo bisogno di tutti i giocatori. Di volta in volta sceglierò la miglior formazione. Chi entra però è più importante di chi inizia”.