“Non sa cosa sia”: l’ex bianconero distrugge Vlahovic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:38

L’ex Juve contro Vlahovic: le sue dichiarazioni anche sul momento della squadra di Massimiliano Allegri

È ancora presto per parlare di caso Vlahovic in casa Juventus, ma le ultime prestazioni dei bianconeri hanno confermato le difficoltà del bomber serbo nell’andare in gol con grande continuità.

"Non sa cosa sia": l'ex bianconero distrugge Vlahovic
Dusan Vlahovic ©️ LaPresse

L’ex Fiorentina è tornato ad essere piuttosto nervoso, e in particolare nell’ultimo match col Benfica è stato tra i peggiori in campo. E arrivano critiche anche nei confronti del classe 2000. Al ‘Corriere dello Sport’, l’ex bianconero Massimo Mauro si è espresso così: “Se non ti arriva il pallone mettiti nella condizione di riceverlo. L’ho detto e lo confermo: Vlahovic il controllo della palla non sa cosa sia, se tu la controlli male e non la tieni è un casino e finisci per mettere in difficoltà l’intera squadra. Lui aspetta che il difensore gliela prenda. Milik, invece, ha idea di come si giochi a calcio, crea due o tre occasioni da gol anche in situazioni complicate. Il mestiere del centravanti prevede l’iniziativa individuale. Ad ogni modo Vlahovic ha soltanto ventidue anni e a gennaio Allegri fu costretto a metterlo dentro subito, invece di gestirlo con i tempi giusti”.

E sul momento della Juve: “Allegri deve darsi una mossa, come fece l’anno in cui si ritrovò nella parte destra della classifica e infilò 15 vittorie consecutive. Alla decima giornata era dodicesimo, alla venticinquesima primo. Serve il tocco magico”.

Massimo Mauro stronca il Var: “Arriva il cog…ne che…”

"Non sa cosa sia": l'ex bianconero distrugge Vlahovic
Juventus-Salernitana ©️ LaPresse

Mauro è poi tornato sul folle finale di Juventus-Salernitana: “L’arbitro aveva visto bene, solo che poi arriva il cog…ne che sta seduto davanti a un video, coglione in generale, non mi riferisco a quello di Juve-Salernitana – non so nemmeno chi fosse – che segnala all’arbitro un fuorigioco inesistente, il gol viene annullato, il risultato falsato e va a finire che fanno tutti la figura dei cretini”.

“Quello che è successo allo Stadium domenica scorsa ha affossato il Var. – ha chiosato l’ex Juve – Il Var deve intervenire soltanto in caso di oggettività: la valutazione dell’arbitro presente a pochi metri dall’azione e che prende la decisione per lui più corretta, deve essere insindacabile”.