Allegri nel caos, la Juve ha deciso: può cambiare tutto in un attimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:07

In casa Juventus sono ore di riflessione e di grande preoccupazione, ma la decisione è stata già presa dalla società

La Juventus è in uno dei momenti più difficili degli ultimi anni. Anzi, probabilmente il più complicato e in queste stagioni di giornate nerissime ce ne sono state parecchie. Da Sarri a Pirlo fino al ritorno di Allegri e il primo anno senza trofei in bacheca dopo una vita. Un elemento di ‘ansia’ ancora maggiore, che si aggiunge a uno stato di confusione e incertezza intorno alla squadra bianconera. Il momento è più grave del solito, perché gli aspetti che non vanno sono davvero parecchi e su tutta la linea, con gli alibi sempre più al lumicino visto il mercato della società.

allegri esonero agnelli juventus calciomercato.it 20220916
Allegri © LaPresse

Sui social il tam tam è frenetico e va tutto in un’unica direzione, quello dell’esonero immediato di Allegri, il sogno Zidane e la suggestione Tuchel. Al momento, però, il futuro della Juventus è ancora toscano, livornese per la precisione. Andiamo per step. Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, ieri non ci sono stati vertici d’urgenza ma solo un confronto tra allenatore e dirigenza. Certo, la preoccupazione è stata inevitabilmente più alta del solito. Ufficialmente, la società ha confermato senza se e senza ma Allegri, ribadendo che la sua posizione non è in discussione. Anche perché il contratto scade nel 2025 e l’ingaggio è da 7 milioni più bonus. Senza contare che c’è stata la condivisione di un progetto preciso ormai più di un anno fa.

Allegri resta al suo posto, ma la Juve lo tiene d’occhio: Monza può essere decisiva

allegri esonero agnelli juventus calciomercato.it 20220916
Allegri © LaPresse

La linea della Juve, almeno ufficialmente e in queste ore, secondo la rosea è quella di riconoscere qualche alibi al proprio allenatore ma anche un messaggio chiaro allo stesso Allegri: ok tutto, ma è il momento di cambiare marcia. Ora c’è il Monza, perdere anche sul campo della neopromossa in cerca della prima vittoria della storia in Serie A sarebbe qualcosa che potrebbe anche portare a un cambio di linea da parte della società.

Sotto esame ci sono la condizione atletica, quella mentale e di approccio alle partite o al vantaggio, ma anche dei giocatori vista la gestione di Di Maria e degli infortunati (qui c’è anche di mezzo il suo staff). A questo si aggiungono i giocatori, alcuni superficiali. E poi poche idee e pure confuse. Insomma, Allegri rimane al suo posto ma gli aspetti da sistemare immediatamente sono tantissimi. Se dovesse continuare così le cose cambierebbero, anche a breve termine. Tutti sotto esame.