PAGELLE E TABELLINO MILAN-DINAMO ZAGABRIA 3-1 | Saelemaekers goleador, gioia Pobega

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:43

Pagelle di Milan -Dinamo Zagabria, match valido per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League

Il Milan batte la Dinamo Zagabria e conquista la prima vittoria in Champions League. I rossoneri salgono così a 4 punti in classifica.

pagelle milan-dinamo zagabria
Saelemaekers ©LaPresse

Sblocca il match il solito Olivier Giroud, dal dischetto. Nella ripresa arrivano le reti di Saelemaekers, Orsic e Pobega.

Ecco i voti:

MILAN
Maignan 6 – Nulla da fare sul goal preso. Vive una partita da spettatore non pagante.

Calabria 6 – Partita attenta per il capitano rossonero che bada più a difendere che a proporsi in avanti.

Kalulu 5,5 – Ancora una sbavatura, in occasione del goal che riapre il match. Errore da condividere con il compagno di reparto.

Tomori 6 – Come il francese è colpevole della rete di Orsic, poi nel suo match non si segnalano errori. Mezzo voto in più per la verticalizzazione per Leao, in occasione del rigore concesso ai rossoneri.

Hernandez 6,5 – Partita al piccolo trotto per lo spagnolo, che come spesso gli accade trovata la giocata nel finale di gara. E’ suo l’assist per Pobega.

Bennacer 6 – Prova spesso la giocata complicata che non sempre gli riesce. E’ il cervello della squadra e il solito lottatore in mezzo al campo. Dal 78′ Krunic s.v.

Tonali 6 – Non è il miglior Tonali ammirato in stagione ma non sbaglia nulla, riuscendo a dare il proprio contributo alla squadra, Dal 67′ Pobega 7 – Trova il gol del 3 a 1 con uno dei suoi classici inserimenti. Bravo a duettare con Hernandez e a non sbagliare sotto porta.

Saelemaekers 7 – Ieri in conferenza stampa aveva promesso più goal e assist. Il belga dimostra di saper mantenere le promesse e con la cattiveria da vero attaccante trova il secondo centro in due partite in Champions League. Deve trovare continuità all’interno della partita: nel primo tempo troppi gli errori tecnici, nella ripresa, dopo il goal è un altro calciatore. Dal 78′ Messias s.v.

Brahim Diaz 6,5 – Perde spesso i duelli fisici ma nei suoi piedi c’è qualità e si vede: nel primo tempo con un lancio perfetto che manda in porta Leao. Nella ripresa gestisce ben il pallone della rete del 2 a 0. Dal 78′ Dest s.v.

Leao 6,5 – Dopo 45 minuti di gioco svogliati, impiega un minuto, nella ripresa, per accendere il turbo e servire un assist al bacio per Saelemaekers.

Giroud 7 – Sta bene e lo si vede quando insegue l’avversario. Suona la carica e si arrabbia per la mancanza di palloni giocabili. Dal dischetto è freddo. Pioli decide comunque di fargli risparmiare qualche minuti, in vista di Napoli. Dal 67′ De Ketelaere 6 – Un buono spunto sulla sinistra e poco più. Non riesce a trovare la posizione da centravanti.

All. Pioli 6,5 – Il suo Milan fatica inizialmente a trovare la strada giusta, con una squadra arroccata in difesa. La qualità dei suoi non sempre riesce ad emergere. Il Milan, alla fine, però, porta a casa tre punti preziosi ed è ciò che conta. Convincono i cambi.

DINAMO ZAGABRIA

Livakovic 6 – E’ attento in occasione del tiro da fuori di Bennacer. Può davvero poco sui goal subiti.

Ristovski 5 – Dopo un primo tempo di ottimo livello, soffre terribilmente le avanzate sulla sua fascia del Milan, che sfonda soprattutto dalla sua parte, chiaramente anche con Leao.

Sutalo 4,5 – E’ protagonista di un salvataggio miracoloso nel primo tempo su Leao, poi causa il rigore proprio sul portoghese. Nella ripresa fa davvero male.

Peric 5 – E’ colpevole in occasioni delle due reti subite nella ripresa. Dopo 45 minuti in controllo, crolla nel secondo tempo.

Moharammi 6 – Si mette in mostra con una bella iniziativa ad inizio gara, in cui salta secco Theo Hernandez. Poi fa poco altro. Dal 63′ Špikić 5,5 – Non riesce a dare una mano alla squadra.

Ivanusec 5,5 – Prova a svariare sulla trequarti. Nel primo tempo è l’uomo che più ci prova. Nella ripresa sparisce tra le maglie rossonere del Milan.

Misic 5 – Appare lento e impacciato. Quando viene puntato va in enorme difficoltà.

Ademi 5 – La grinta non può bastare. E’ spesso in ritardo nell’intervenire, soprattutto nel secondo tempo.

Ljubicic 4,5 – E’ il giocatore più in difficoltà della Dinamo, fatica a contenere Saelemaekers nella ripresa e se lo perde in occasione del 2 a 0. Anche nel corso del primo tempo non è per nulla perfetto.

Petkovic 6,5 – Ha tanta qualità e in Italia se lo ricordano bene. Oggi delizia San Siro con un assist stupendo per Orsic. Dall’82’ Baturina s.v.

Orsic 6,5 – Era l’uomo più temuto e puntualmente trova il gol che accorcia le distanze. Dopo la rete continua ad essere il più pericoloso, con belle giocate. Dall’84’ Marin s.v.

All. Cacic 5 – La sua Dinamo Zagabria si presenta a San Siro per cercare di uscire con un punto. Atteggiamento rinunciatario. Il goal arriva per la giocata delle sue punte.

Manzano 6 – E’ bravo ad assegnare il rigore al Milan. Ci mette davvero troppo tempo ad estrarre il primo cartellino giallo.

TABELLINO
MILAN-DINAMO ZAGABRIA 3-1

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Hernández; Bennacer, Tonali; Saelemaekers, Díaz, Leão; Giroud. A disp.: Jungdal, Mirante; Ballo-Touré, Dest, Gabbia, Kjær; Krunić, Pobega; De Ketelaere, Messias. All.: Pioli.

DINAMO ZAGABRIA (3-5-2): Livaković; Ristovski, Šutalo, Perić; Moharammi, Ivanušec, Mišić, Ademi, Ljubičić; Petković, Oršić. A disp.: Zagorac; Dilaver, Lauritsen, Štefulj, Théophile-Catherine; Baturina, Bočkaj, Bulat, Marin; Emreli, Drmić, Špikić. All.: Čačić.

AMMONIZIONI: 74′ Orsic, 91′ Marin
ESPULSI:
GOAL: 45′ Giroud (M), 46′ Saelemaekers (M), 56′ Orsic (M), 76′ Pobega (M)
Arbitro: Jesús Gil Manzano (Spagna).