Juventus-Benfica, Allegri: “Vlahovic come Haaland e Mbappe. Squalifica? Meglio la multa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:43

Vigilia di Champions League per la Juventus: le dichiarazioni in conferenza stampa di Massimiliano Allegri e Danilo

Dopo le polemiche arbitrali post campionato contro la Salernitana, la Juventus è attesa dallo scontro in Champions con il Benfica per il secondo match della fase a gironi.

Juventus-Salernitana, conferenza stampa Allegri
Massimiliano Allegri

Match delicato per la squadra bianconera, reduce dal ko all’esordio stagionale in Europa in casa del Paris Saint-Germain. Il tecnico della ‘Vecchia Signora’, Massimiliano Allegri, interviene nella sala stampa dell’Allianz Stadium alla vigilia della sfida contro i portoghesi, affiancato in conferenza da Danilo.

Allegri parte dalle possibili scelte di formazione: “Abbiamo recuperato Di Maria, non so se giocherà dall’inizio. Szczesny sta finendo l’allenamento e può essere a disposizione. Alex Sandro ha un problema all’adduttore, lo valuteremo per Monza. Locatelli e Rabiot sono out. Milik titolare? Ho un dubbio anche a centrocampo, deciderò il da farsi domani mattina.

MODULO – “La difesa a tre dipende dalle caratteristiche dei giocatori che hai a disposizione e della squadra che vai ad affrontare. Noi adesso possiamo difendere e costruire a tre, o in base alla partita anche a quattro. Non è questione di numeri, ma di sapersi muovere e cercare gli spazi per cercare di far male agli avversari”.

GARA DELICATA – Domani non è decisiva ma importante. Il Benfica ha qualità e una grande tradizione europea. Servirà una prestazione da squadra compatta e stare dentro la partita. In Europa il minimo errore lo paghi a caro prezzo”.

PRESTAZIONI – “Non dobbiamo strafare, dobbiamo solo fare. Nel calcio è così. In certi momenti serve equilibrio, abbiamo 95 minuti di tempo per vincerla. Questa deve essere la nostra forza, perdiamo la pazienza molto presto. Alle volte si vince anche al novantesimo e ogni partita è difficile da vincere. Comunque stiamo lavorando bene, anche se in campionato ci mancano dei punti. Abbiamo però tutto il tempo per recuperare”.

VLAHOVIC – Allegri risponde alla domanda di Calciomercato.it sul momento di Vlahovic: “Dusan l’ho visto bene, sta crescendo e migliorando in molti aspetti. Sono contento delle sue prestazioni. Dei giocatori ancora giovani ma con meno esperienza internazionale, in quel ruolo, è uno dei tre migliori insieme ad Haaland e Mbappe“.

POLEMICHE ARBITRALI – “Non entro del merito delle decisioni dell’arbitro, non ho mai espresso giudizi sugli arbitraggi. Per me l’argomento si è chiuso domenica sera dopo la gara contro la Salernitana. Non so se sarà squalificato o meno: per quello che è il mio pensiero, io agli allenatori farei pagare una multa e magari facendo beneficenza per aiutare chi ne ha bisogno. Piuttosto che non farmi andare in panchina, sarei più contento se mi facessero pagare una multa. Domenica ho avuto una reazione sbagliata e mi dispiace. Tanti allenatori espulsi? Fa un po’ caldo, ci vorrebbe un bagnetto al mare”, conclude Allegri sorridendo.

Juventus-Benfica, Danilo: “Domani è decisiva. Sono d’accordo con Bonucci”

Oltre ad Allegri, in conferenza stampa ad analizzare il confronto contro il Benfica è presente anche Danilo: “Domani dobbiamo scendere in campo per vincere, non c’è altro risultato. La partita dura 95 minuti e ogni tanto anche oltre come successo domenica. Servirà una gara intelligente e il giusto spirito. Sappiamo che dobbiamo migliorare e crescere, non possiamo regalare un tempo come abbiamo fatto con la Salernitana. Domani non possiamo sbagliare, anche perché il Benfica è una squadra di qualità. Ruolo? Mi trovo bene e mi diverto da centrale, forse di più rispetto alle altre posizioni.

Juventus-Benfica, conferenza stampa Danilo
Danilo ©LaPresse

MENTALITA’ – “Condividiamo tutti il pensiero di Bonucci. Dobbiamo fare dei passi in avanti sul piano della mentalità, essere più continui nel corso di tutta la partita. Non ci trovo niente di polemico su quello che ha detto Leonardo. Ci confrontiamo spesso tra di noi, non solo dopo le partite. Solo così possiamo crescere e diventare una squadra forte, rispettando le attese di un grande club come la Juve”.

NOTTE DECISIVA – Danilo risponde anche alla domanda dell’inviato di Calciomercato.it: “Gara già decisiva? Sarà una partita difficile, come lo sono tutte. Domani ha certamente un’importanza diversa, abbiamo perso col Paris Saint-Germain e non vincere sarebbe negativo per noi. E’ decisiva, servirà grande senso di responsabilità, oltre che il massimo impegno. Però dobbiamo scendere in campo senza troppe pressioni, cercando di sfruttare l’appoggio del nostro pubblico. Sarà una bella serata e una partita importante”.