La rottura è totale: il Milan può finalmente prenderlo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:30

Il Milan può approfittare della rottura totale con l’allenatore: può finalmente vestire la maglia rossonera

Un inseguimento lungo praticamente anni che ora potrebbe finalmente coronarsi. Il Milan è pronto ad approfittare della rottura totale che c’è tra calciatore e allenatore per portarsi a casa un obiettivo di vecchia data.

Calciomercato Milan, Asensio rompe con il Real
Maldini © LaPresse

I rossoneri sono reduci dalla vittoria con la Sampdoria e prima della pausa sono attesi da un doppio confronto interessante: prima la Dinamo Zagabria, sorpresa della prima giornata di Champions, poi il Napoli che è un vero e proprio scontro scudetto. Una sfida alla quale Pioli approccia in piena emergenza in attacco: niente Rebic, alle prese con un’ernia, forfait anche di Origi, che si è andato a curare in Belgio, squalificato Leao dopo l’espulsione di Genova. Situazione particolare in un reparto che ha visto l’arrivo anche di De Ketelaere ma che, nelle idee della dirigenza rossonera, può ancora essere migliorato. In particolare è a destra che può essere qualche nuovo arrivo e c’è un profilo che piace ormai da anni.

Calciomercato Milan, finalmente Asensio: ecco come

Asensio rompe con il Real: c'è il Milan
Asensio © LaPresse

Il nome è quello di Marco Asensio, 26 anni, esterno offensivo in scadenza di contratto con il Real Madrid. Il calciatore è stato a lungo inseguito anche la scorsa estate dai rossoneri, ma alla fine Maldini ha dovuto rinunciare viste le richieste delle merengues. Ora però la situazione è completamente diversa: come riferisce ‘mundodeportivo.com’, il rapporto con Ancelotti sarebbe ai minimi termini dopo che Asensio è stato lasciato in panchina per tutti i novanta minuti contro il Maiorca.

Una scelta arrivata dopo che il calciatore è stato a lungo fatto riscaldare e che il 26enne ha gradito poco. Asensio è, al momento, il calciatore del Real ad avere meno minuti in campo e questo rischia anche di precludergli il mondiale. Ecco l’umore non certo al massimo del calciatore e la previsione di un addio che, se non a gennaio, arriverà a giugno quando il contratto terminerà e non sarà rinnovato. A quel punto il Milan potrebbe finalmente coronare un inseguimento lungo diversi anni, anche se c’è da fare i conti ancora con altri club interessati come l’Arsenal di Arteta.