L’esonero si ‘dimezza’: Allegri adesso trema

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:30

Juventus, il pareggio tra mille polemiche con la Salernitana desta ancora polemiche: Max Allegri è finito nuovamente nell’occhio del ciclone.

Serviva una vittoria importante alla Juventus per non veder allontanarsi le prime della classe, ed invece allo Stadium, Vlahovic e compagni non sono andati oltre un faticoso pareggio ottenuto in rimonta in extremis contro una Salernitana che per lunghi tratti ha controllato le operazioni senza troppe difficoltà.

Max Allegri ©LaPresse

Dopo un primo tempo assolutamente negativo, in cui errate letture individuali hanno fatto il paio con svarioni di reparto piuttosto importanti, i bianconeri si sono ridestati nella seconda frazione di gioco, più con la forza dei nervi che con quella del gioco. Dopo aver acciuffato il pari con Bonucci, abile a ribadire in rete la corta respinta di Sepe, la Juve si è spinta all’arrembaggio, trovando anche la via del goal – non convalidato – con Milik. L’errore del VAR, che ha giudicato attiva la posizione di Bonucci non prendendo in considerazione la sagoma di Candreva che sembra tenere in gioco il difensore italiano è evidente, così come la mancanza di idee e di gioco che per larghi tratti ha caratterizzato la manovra della ‘Vecchia Signora’.

Juventus, esonero Allegri: quote a picco

Max Allegri ©LaPresse

Mezzo passo falso che chiaramente trascina Max Allegri in modo ancora più veemente nel vortice delle critiche. 10 punti nelle prime sei giornate di A – che fanno il paio con la sconfitta patita all’esordio in Champions contro il Psg – sono un bottino oggettivamente troppo magro per chi si presentava ai nastri di partenza con rinomate ambizioni. E così il comportamento dei bookmakers sorprende fino ad un certo punto. Come riferito da agipronews.it, infatti, l’esonero di Allegri paga attualmente 5,50 volte la posta, la quota più bassa dall’inizio della stagione. Prima dell’inizio del week-end, infatti, questo tipo di opzione era bancata a 7, comunque in calo rispetto alle quote di qualche settimana fa (10 e 12).

Dopo una stagione – la scorsa – terminata senza alzare neanche un trofeo, tutto il mondo Juve vuole ritornare a vincere in tempi brevi. Le parole di Elkann, in questo senso, non possono passare inosservate. Tuttavia, il salto di qualità che ci si aspettava da ‘Madama’ fino ad ora non è arrivato.