Allegri e la Juve stroncati in diretta: “Assurdi, lo capisce un bimbo di 10 anni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:24

La Juventus continua a raccogliere critiche su critiche, anche molto aspre: parole durissime in diretta sul mercato bianconero

Il gioco della Juventus continua ad essere al centro delle polemiche in questo inizio di stagione in Serie A. I bianconeri si sono attirati le critiche da ogni lato, addetti ai lavori e tifosi. Qualche sprazzo si è visto nella notte di Parigi, con i primi timidi complimenti alla squadra di Allegri.

allegri juventus mercato pogba calciomercato.it 20220910
Allegri © LaPresse

Ma oggi lo stesso allenatore toscano in conferenza stampa ha tuonato così: “Non mi piace che dopo martedì siamo diventati anche simpatici. Non va bene, sono molto arrabbiato. Bisogna essere antipatici, perché vuol dire che vinciamo. Altrimenti ci abituiamo a essere simpatici, bellini e perdenti”. Un messaggio già lanciato di recente, ma su cui il tecnico della Juventus è tornato in maniera battente. Poi il mister bianconero ha sottolineato le assenze di Pogba, Di Maria e Chiesa ovvero due degli acquisti più importanti di un’estate che ha visto Cherubini grande protagonista. Ma nonostante la sessione sulla carta di alto livello, c’è chi proprio non l’ha mandata giù e anzi va durissimo.

Pea: “La Juve mi ha nauseato. E Allegri non ha più voglia di allenare”

allegri juventus mercato pogba calciomercato.it 20220910
Allegri © LaPresse

Intervenuto a ‘Radio Amore Campania’, il giornalista Claudio Pea non le ha mandate a dire: “La Juventus mi ha nauseato, ha fatto una campagna acquisti assurda. Ma si allena? Corre? Allegri non mi sembra abbia ancora voglia di allenare. Anche mio nipote di 10 anni capisce che il primo calciatore che devi cambiare Alex Sandro. Poi si prendono giocatori rotti che guadagnano fior di milioni, assurdo. E de Ligt va via!”

Al contrario Leonardo Bonucci, al netto di qualche errore, può fare da guida per spirito in campo: “È uno che almeno dà la carica, pur avendo la sua età e con gli acciacchi. Ha lo spirito Juventus che in questa squadra non c’è più. È una squadra che farà fatica ad arrivare quinta, altro che scudetto. E poi abbiamo perso Marotta, uno bravo a prendere giocatori”. Allora si pensa pure a qualche altro innesto in dirigenza e si è parlato di nuovo anche di Giuntoli: “Non confermo questa indiscrezione. La società si è fossilizzata su Nedved, che tempo fa ha rotto con Allegri. La Juventus doveva essere fatta con i giovani, invece è stato preso l’usato insicuro. Pogba è rotto da anni e non puoi prendere Milik al posto di Dybala”.