L’accordo che ha bloccato la Juve: così è saltato l’affare last minute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:33

Un accordo ha bloccato la Juventus durante la sessione estiva di calciomercato da poco terminata: saltato l’affare last minute in uscita

“La Juventus è passata come una squadra che ha giocato bene dopo il 2-0 (contro il Paris Saint Germain, ndr). Siamo passati per quelli simpatici e questo non va bene. Io sono molto arrabbiato, dobbiamo essere antipatici perché così significa che siamo vincenti“. Parole chiare, che non lasciano a molte interpretazioni. Massimiliano Allegri vuole una Juve cinica, prima ancora che bella.

L'accordo che ha bloccato la Juve: così è saltato l'affare last minute
Allegri © LaPresse

È questa la linea guida che i bianconeri seguiranno per tutta la stagione, anche stasera nel match all’Allianz Stadium che vedrà la truppa torinese sfidare la Salernitana. Una partita più che fattibile sulla carta, ma certamente non da sottovalutare. I granata targati Nicola sono attualmente decimi in classifica e viaggiano sulle ali dell’entusiasmo, dopo il miracolo compiuto nella passata stagione. ‘La Vecchia Signora’ dovrà mantenere elevata la concentrazione e lasciarsi alle spalle il brutto secondo tempo all’Artemio Franchi (addirittura zero tiri in porta).

A meno di sorprese, Vlahovic tornerà ad occupare la casella del centravanti dal primo minuto, con Milik pronto a subentrare nella ripresa. Forse potrebbe giocare qualche minuto anche Moise Kean, la cui situazione non è affatto semplice da gestire. L’attaccante italiano, infatti, non hai convinto dal suo ritorno a Torino ed è ormai diventato una terza scelta nello scacchiere del tecnico livornese.

Calciomercato Juventus, l’accordo che ha bloccato l’addio di Kean

L'accordo che ha bloccato la Juve: così è saltato l'affare last minute
Kean © LaPresse

Tant’è che la società piemontese avrebbe anche provato a cedere l’ex PSG negli ultimi giorni della finestra estiva del calciomercato. L’addio, però, non è potuto diventare realtà: come riferisce il ‘Corriere dello Sport’, le parti sono state bloccate dall’accordo – precedentemente pattuito con l’Everton – di prestito biennale con obbligo di riscatto. La formula ha stoppato ogni possibile operazione a causa dei nuovi regolamenti stabiliti dalla FIFA, impedendo al club bianconero e a Rafaela Pimenta (che cura gli interessi di Kean) di trovare una soluzione alternativa. La punta classe 2000, di conseguenza, si è vista costretta a rimanere alla Continassa, dietro a due compagni non da poco come Vlahovic e Milik nelle gerarchie. Starà a Kean adesso provare a far cambiare idea a Massimiliano Allegri, cercando di ritagliarsi uno spazio rilevante.