Gasperini infiamma il mercato: “Meglio risolverla”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:37

Solo un pareggio per l’Atalanta che in casa arresta la propria corsa nel lunch match contro la Cremonese. A commentare il pomeriggio ci ha pensato Gasperini 

Fari puntati sull’Atalanta di Gian Piero Gasperini, che oggi all’ora di pranzo è scesa in campo per la sfida interna contro la Cremonese di Alvini. Una partita più complessa e articolata del previsto che ha visto i nerazzurri andare in vantaggio al 74′ con un colpo di testa di Demiral, pareggiato quasi subito dalla zampata vincente di Valeri dopo una corta respinta di Juan Musso. I bergamaschi affiancano così Napoli e Milan in vetta alla classifica a quota 14 punti.

Gasperini scatenato: da Muriel a Musso
Gasperini screenshot

Ad analizzare il tutto ci ha pensato lo stesso Gasperini che ai microfoni di ‘Sky Sport’ ha ammesso: “Peccato per quel gol dubito perchè c’erano le condizioni per finirla bene. Purtroppo non siamo riusciti a vincerla. La squadra ha fatto una buona prestazione. C’è rammarico per aver preso questo gol per un nostro errore”.

Atalanta-Cremonese, duro su Muriel ma non solo: Gasperini parla anche di Musso

Gasperini scatenato: da Muriel a Musso
Atalanta-Cremonese © LaPresse

Lo stesso Gasperini è stato poi piuttosto chiaro e duro nei confronti di Luis Muriel, lanciato titolare e sostituto nella ripresa: “In questo momento lui storce un po’ il naso quando esce. Per questo motivo forse era meglio pensarci prima, perché io credo che se lui andasse in un’altra squadra giocherebbe meno di quanto stia facendo nell’Atalanta, però capisco anche che dopo tanti anni puoi essere non soddisfatto. Questa era una delle cose che andavano risolte“.

Molto schietto Gasperini anche su Musso, protagonista suo malgrado in occasione del pari: “Il problema di Musso è l’incertezza con il gioco con i piedi ha finito per creargli anche delle insicurezze sui tiri. Alcuni gol presi l’anno scorso erano sicuramente evitabili. Lui sta lavorando molto per migliorare questa fase perché è importante e indispensabile avere un portiere che giochi bene coi piedi”.

Tempo quindi di ricompattarsi e tornare a remare tutti nella stessa direzione per l’Atalanta, che al netto della frenata odierna, ha messo in scena un ottimo inizio di stagione.