La Roma preoccupa Mourinho: “Sconfitta che ci mette pressione”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:37

Mourinho ha commentato la sconfitta della Roma in Europa League contro il Ludogorets: “La partita era sufficiente per non perdere”

È incredibile quanto successo nella gara di esordio di Europa League, con i giallorossi che hanno perso sul campo del Ludogorets: una sconfitta sorprendente e che lascerà molti rimpianti alla compagine guidata da José Mourinho.

La Roma preoccupa Mourinho: "Sconfitta che ci mette pressione"
José Mourinho©LaPresse

Il tecnico portoghese ha commentato la debacle ai microfoni di ‘Sky Sport’. “Non voglio dire che abbiamo fatto una partita fantastica perché non è vero, però era sufficiente per vincere o per non perdere”. Così esordisce lo ‘Special One’, che poi motiva le proprie affermazioni: “Prima del loro gol siamo noi ad avere le opportunità, dopo il loro gol era diventata una situazione difficile, specialmente negli ultimi quindici minuti. Quindi, magari, erano 5-6. Il pareggio è arrivato e poi loro sono andati avanti di nuovo: sembra che tutto va contro di noi”.

In tutto questo, Mourinho riesce anche a vederci il lato positivo: “Meno male che non è nella fase a gironi, mancano cinque partite. Certo perdere la prima ti mette un po’ di pressione, ma bisogna guardare avanti. La prossima settimana, in casa, saremo pronti”.

Ludogorets-Roma, Mourinho preoccupato: “È il modo in cui la squadra difende”

Scontro frontale tra Juve e Roma: i ‘rivali‘ lo mollano gratis
José Mourinho ©LaPresse

José Mourinho ha analizzato anche la fase difensiva della Roma che, questa sera, ha fatto acqua da tutte le parti. “Non mi piace parlare di reparto difensivo. È la squadra che difende, non 3 o 4 giocatori. È il modo in cui la squadra difende. Il secondo gol è una conseguenza dell’emotività, è conseguenza di una squadra che pareggia e che vuole continuare a rischiare perché pensa che il risultato che merita sia la vittoria. Questo ha trasformato il pareggio in sconfitta”.

Infine, il tecnico portoghese ha riservato anche un pensiero alla Regina Elisabetta, scomparsa questa sera. “Mi dispiace tanto. Non sono straniero in Inghilterra: è la mia casa, la mia famiglia. È una figura che si rispetta al 100%”. Mourinho ha allenato per diversi anni in Premier League e ancora oggi la sua famiglia risiede nella capitale britannica: ora i suoi pensieri, però, sono per la Roma.