Allegri, il clamoroso addio prende quota: esonero più vicino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:49

Panchine già bollenti in Serie A e spunta la clamorosa ipotesi sull’esonero di Allegri: così è più vicino

La Serie A è ripartita ed è già tempo di bilanci. Tre giornate (e messo) sono alle spalle e le società iniziano ad interrogarsi sulla bontà delle scelte fatte in estate. Scelte in tema di acquisti e cessioni, ma soprattutto di allenatori.

Allegri esonerato: la quota cala
Allegri © LaPresse

Le tre giornate passate hanno già messo sulla graticola alcuni tecnici che hanno poco tempo per rinsaldare la fiducia del club. A rischio ad esempio c’è Giovanni Stroppa del Monza: zero punti in quattro partite per il tecnico della promozione che può contare ancora sulla fiducia del club. Ma fino a quando. Non se la passa bene neanche Cioffi a Verona: in questo caso le voci sono iniziate prima che il campionato prendesse il via e il punto conquistato nelle prime tre giornate non ha aiutato l’allenatore. Del resto Stroppa e Cioffi sono gli allenatori più a rischio esonero anche secondo i bookmakers con il loro addio quotato a 1,45.

Fiducia in bilico, almeno stando agli scommettitori, anche per Giampaolo e Alvini: il primo è reduce dal pesante ko contro la Salernitana, il secondo dalla quarta sconfitta consecutiva. Anche in questo caso le quote lasciano pochi dubbi: l’esonero è dato a 1,85. Ma c’è anche la clamorosa ipotesi dell’esonero di Allegri che prende quota.

Calciomercato Juventus, esonero Allegri: quote in discesa

Allegri esonero più vicino: scende la quota
Allegri © LaPresse

La Juventus è chiamata questa sera a disputare la sfida con lo Spezia di Gotti con l’obbligo di vincere dopo i due pareggi consecutivi contro Sampdoria e Roma. Due partite che hanno riacceso il tema sulla qualità del gioco bianconero con il tecnico nel mirino delle critiche.

Una situazione che si riversa anche sulle quote relative al possibile esonero di Allegri. Quote che sono scese passato da 8 a 7,50, ‘avvicinando’ di fatto la possibile separazione. La stessa di Gian Piero Gasperini, altro allenatore delle big che non può stare tranquillo. Al contrario di Mourinho e Pioli: per loro l’esonero è una possibilità davvero remota e la quota è 25,00. Del resto uno ha appena vinto lo scudetto, l’altro è reduce dal trionfo in Conference League ed è primo in classifica. Non sono loro a rischiare, mentre per Allegri è già ora di fare punti.