Sassuolo-Milan 0-0: serata da incubo per Berardi e Florenzi, Maignan salva Pioli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:27

Da pochi istanti è terminata la sfida del “Mapei Stadium” tra Sassuolo e Milan: ecco il resoconto della contesa.

Sassuolo-Milan sulla carta avrebbe dovuto regalare tante emozioni e goal a raffica; ed invece quella che si è appena conclusa al “Mapei Stadium” è stata una partita molto tattica, nella quale entrambe le compagini hanno riscontrato non poche difficoltà ad imporre il proprio gioco, e che non a caso è terminata sul risultato di 0-0.

Sassuolo-Milan 0-0,: serata da incubo per Berardi, il turnover tradisce Pioli
Domenico Berardi ©LaPresse

Dopo una partenza sprint degli uomini di Pioli, con Leao capace di creare costantemente la superiorità numerica in virtù delle sue proverbiali progressioni, la squadra di Dionisi ha preso con il tempo le misure, riuscendosi a rendere pericoloso soprattutto nell’ultimo quarto d’ora della prima frazione di gioco: la clamorosa occasione sciupata da Berardi, ipnotizzato dagli undici metri da Maignan, ne è una testimonianza esemplificativa. Il Milan si è lentamente spento alla distanza, non riuscendo a trovare linee con continuità quel gioco verticale che nelle prime apparizioni stagionali ne avevano caratterizzato le trame offensive. Il turnover in mediana e sulla trequarti ha inciso in maniera negativa: Brahim Diaz è riuscito a rendersi pericoloso soltanto ad intermittenza.

Sassuolo-Milan 0-0, l’analisi del pareggio del Mapei Stadium

Sassuolo-Milan 0-0,: serata da incubo per Berardi, il turnover tradisce Pioli
Rafa Leao ©LaPresse

Neanche i cambi della ripresa riescono a rivitalizzare la sterile manovra del Milan, in una gara che si trascina via senza particolari sussulti. Il colpo di scena più eclatante è semmai dato dallo sfortunato infortunio accorso a Domenico Berardi, costretto ad abbandonare anzi tempo il campo per un infortunio che dalle prime immagini è parso piuttosto grave. Gli ingressi in campo di Tonali e De Ketelaere non riescono a fare la differenza, al punto che è Theo Hernandez a rendersi più “pericoloso”, in entrambe le fasi di gioco: l’esterno francese prova a scardinare il muro neroverde con un paio di conclusioni dalla distanza, ma rischia anche l’espulsione in occasione di un ripiegamento difensivo.

Nel finale il Milan è costretto a chiudere la gara in 10, a causa dell’infortunio patito da Florenzi. Sterile la reazione dei rossoneri, con i neroverdi che però non riescono ad impensierire Maignan negli ultimissimi secondi della contesa, sciupando un paio di ripartenza potenzialmente pericolose.