PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-SASSUOLO: Vlahovic e Di Maria spettacolari, male Locatelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:39

Pagelle e tabellino di Juventus-Sassuolo, match valido per la prima giornata di campionato di Serie A 2022/23

JUVENTUS

PERIN 6.5: Non fa rimpiangere nemmeno per un istante Szczesny, mette una pezza a tutti gli errori dei compagni. Garanzia.

DANILO 6.5: Partita ordinata, intelligente e di estrema utilità. Si fa trovare pronto e fa sempre una corsa in più per il compagno. Pilastro.

BONUCCI 6: Poco impegnato dagli attaccanti del Sassuolo, ma pasticcia in diverse situazioni. Perin e i compagni di reparto nascondono gli errori.

BREMER 6.5: Buona la prima del brasiliano, impeccabile in ogni ripiegamento difensivo e dominante in area di rigore. Colosso.

ALEX SANDRO 7.5: Dopo un’estate passata a subire critiche, il brasiliano sfodera una prestazione top-class e regala l’assist a Di Maria. Redivivo (Mattia De Sciglio 6.5: entra sul 3-0, ma si prende gli applausi dello Stadium)

CUADRADO 6.5: è l’uomo che cambia la gara, il suo spostamento a sinistra mette in ordine la Juventus e in enorme difficoltà il Sassuolo. Chiave di volta (Kostic 6.5 subito padrone della fascia sinistra e i calci d’angolo sono roba sua. Darà soddisfazioni ad Allegri)

ZAKARIA 6: in enorme difficoltà quando deve impostare e giocare in mezzo a troppe maglie avversarie, col passare dei minuti acquista fiducia e sfodera una prestazione solida

LOCATELLI 6: nel primo tempo è il più in difficoltà dei bianconeri, poi esce con il resto della squadra, ma non brilla. Luci e ombre. (76′ Rovella 6.5: entra e prende in mano la squadra come un veterano. Piccolo cerebro)

McKENNIE 6: Parte in enorme difficoltà giocando sulla sinistra, poi messo al centro riesce a ritrovare la propria frizzantezza e crea diversi grattacapi alla difesa emiliana. Scheggia impazzita (76′ Soule 5.5: ha poco tempo per mettere in luce le proprie qualità, ma si dimostra ancora acerbo per certi palcoscenici)

DI MARIA 8: Era l’uomo più atteso e non ha deluso le aspettative con un gol e un assist all’esordio. La sua prima in bianconero rete la trova con una volée estremamente complicata, ma fatta passare come la giocata più semplice del mondo. Trova anche il suo primo assist per Vlahovic, una connessione destinata a regalare gioie ai tifosi bianconeri. Di Magia.

VLAHOVIC 7: Segna una doppietta, ma sarebbe potuto uscire dall’Allianz Stadium col pallone sotto braccio. Spreca una grossa occasione da gol e un paio di contropiedi, ma quest’anno è servito e riverito dai compagni.

ALLEGRI 6.5: Sbaglia la formazione iniziale, ma dopo 25′ minuti ci mette una pezza e porta a casa il match senza particolari problemi. Quest’anno ha molte soluzioni in più, deve ambire ad un maggiore dominio del gioco.

SASSUOLO

CONSIGLI 5.5: Nulla può in occasioni dei gol, anche se rispetto ad altre uscite non è sembrato dare la solita sicurezza.

MULDUR s.v. (TOLJAN 4.5: travolto dagli esterni della Juventus, perennemente in balia degli eventi)

AYHAN 5: Come tutta la retroguardia del Sassuolo va sempre più in difficoltà col passare del tempo e non riesce ad arginare le offensive bianconere.

FERRARI 5: È il punto di riferimento per i suoi, ma soffre ancora più degli altri e pasticcia su Vlahovic in occasione del rigore.

ROGERIO 5: In perenne confusione, non ci ha capito molto e il compito di arginare Di Maria fallisce miseramente.

HENRIQUE 5: Volenteroso, ma quando si spegne la squadra scompare e non riesce a ritrovare palla e spazi.

FRATTESI 6: Del centrocampo neroverde è quello che più si impegna e solamente un grande intervento di Danilo gli impedisce di trovare la rete in una delle sue incursioni.

THORSTVEDT 4.5: è il peggiore degli emiliani, falloso e confuso, complica il piano tattico di Dionisi e sbaglia tutto quello che può sbagliare.

BERARDI 5.5: parte bene, con un paio di guizzi dei suoi, ma poi si affloscia come il resto della squadra.

DEFREL 5: inconcludente e pasticcione, non riesce ad essere un punto di riferimento offensivo per i propri compagni di squadra (45′ Raspadori 6: rispetto a Defrel mette un’altra qualità al servizio della squadra, ma la partita nel secondo si chiude subito)

KYRIAKOUPOULOS 5: la sua spinta offensiva poteva essere una spina nel fianco della Juventus, ma il greco è stato di fatto invisibile fino al momento della sostituzione (59′ Pinamonti 6: l’occasione più grande del Sassuolo porta la sua firma, ci vuole un super Perin per negargli la gioia del gol all’esordio)

DIONISI 5: Prova a sorprendere Allegri con l’inserimento di Kyriakoupoulos, ma la mossa gli si rivolta contro. Subito il primo gol il Sassuolo si scioglie come neve al sole.

Il tabellino di Juventus-Sassuolo

JUVENTUS (4-4-2): Perin; Danilo, Bonucci, Bremer, Alex Sandro; Cuadrado, Zakaria, Locatelli, McKennie; Di Maria, Vlahovic. All. Allegri

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Muldur (7′ Toljan), Ayhan, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Matheus Henrique, Thorstvedt; Berardi, Defrel (45′ Raspadori), Kyriakopulos (59′ Pinamonti). All. Dionisi

Marcatori: 27′ Di Maria, 43′ rig. Vlahovc, 51′ Vlahovic

Espulsi: –

Ammoniti: 16′ Locatelli (J), 33′ Thorstvedt (S), 40′ Ferrari

ARBITRO Antonio Rapuano

ASSISTENTI: Di Vuolo, Di Gioia

IV UOMO: Giua

VAR: Guida

AVAR: Muto