TV PLAY | Nuovo addio all’Inter: “Via per una dozzina di milioni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:14

Si parla di Inter e non solo a Calciomercato.it, in onda su Tv Play: da Casadei a Raspadori, passando per Roma e Lazio, le dichiarazioni di Fabrizio Biasin

Il calciomercato dell’Inter potrebbe prevedere altre uscite. Dopo Pinamonti, trasferitosi al Sassuolo, Simone Inzaghi rischia di perdere Milan Skriniar.

La speranza è che la cessione del giovane Casadei possa bastare. Il giocatore continua ad essere essere richiesto in giro per l’Europa, con il Chelsea in prima fila.

Biasin a Tv Play
Biasin a Tv Play

Fabrizio Biasin, intervenuto a Calciomercato.it in onda su TvPlay, ha parlato proprio di Casadei: “Il valore del giocatore è una domanda legittima, ma le valutazioni le fa il mercato, non noi. Se il mercato fa queste valutazioni è perché probabilmente pensano che possa diventare un giocatore di un certo tipo. Mi ricordo quanto successo per esempio con Verratti, che alla fine andò al PSG per una quindicina di milioni e perso dalle squadre del nostro campionato. A quanto va via? Non credo a 20 come si dice, penso una dozzina di milioni. Se sei disposto a spendere certe cifre per questo ragazzo è perché pensi che tra qualche anno possa valere tre quattro volte tanto. Poi piuttosto che spendere 7 milioni di ingaggio per un 37enne che ti resta sul groppone a quel punto meglio investire sul giovane. Questo ragazzo ha caratteristiche rare, ha messo davvero tanti gol pur non facendo la punta. Poi magari lo metti in prima squadra e dimostri di non valere, ma una squadra magari preferisce rischiare”.

Fabrizio Biasin ha parlato poi di Raspadori: “Secondo me spendere 35 milioni p è una follia, sono tanti per il ragazzo. Qualche anno fa, quando ancora all’Inter c’era il grano, per il settore giovanile si spendeva parecchio, non è la prima volta che c’è un caso come quello di Casadei”.

Roma, Biasin: “Champions obiettivo minimo”

Biasin a TvPlay su Roma e Lazio
Paulo Dybala ©LaPresse

A Roma si sogna in grande. I giallorossi di Mourinho non possono più nascondersi: “Ho visto i dati recenti degli abbonamenti e vedo tanto entusiasmo non solo alla Roma ma anche alla Lazio. Da un lato c’è la Roma con Wijnaldum, Dybala, il bilancio in attivo grazie alle cessioni, il possibile nuovo stadio, Mourinho al secondo anno… Alla Lazio le ultime operazioni invece hanno dato entusiasmo nonostante i noti problemi che la tifoseria ha con il presidente. Mi sembra che Roma si stia rilanciando bene quindi in generale. La Roma deve come minimo provare ad andare in Champions e forse può ambire a lottare per lo Scudetto. La Lazio deve lottare per arrivare in Champions, ma dovrebbe andare un po’ oltre le aspettative”.

Scudetto possibile? “Il salto di qualità passa anche dal lasciarsi scivolare le aspettative che si creano intorno a te. La fortuna della Roma, in questo momento, è avere un allenatore che è tra i più bravi a gestire questo tipo di situazioni”.