A tutto Spalletti: Dybala, Raspadori, Mertens e… Totti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:08

Luciano Spalletti ha rilasciato una lunga intervista trattando diversi argomenti: da Dybala e Raspadori a Mertens e Totti, le sue parole

Luciano Spalletti è pronto ad affrontare una nuova stagione con il suo Napoli. In attesa di ulteriori rinforzi, il tecnico di Certaldo ha rilasciato una lunga intervista al ‘Corriere della Sera’. Il mister toscano ha trattato numerosi argomenti, togliendosi innanzitutto qualche sassolino dalla scarpa riguardo alla scorsa stagione.

Napoli Dybala Raspadori Mertens Totti Spalletti
Spalletti © LaPresse

Ci sono momenti e momenti e non è che se si fa un campionato ad alti livelli, poi se non vinci lo scudetto non hai fatto niente – ha dichiarato Spalletti -. Per qualcuno hai pure fallito. Sono stato il primo a coltivare l’ambizione di alzare il trofeo, alzando l’asticella nel mio spogliatoio per accrescere l’autostima dei calciatori. Abbiamo fatto grandi cose e quasi mezza squadra aveva il contratto in scadenza“.

Commento, poi, sul mancato approdo di Paulo Dybala: “Avverto scetticismo attorno a noi e mi dispiace. Ce la stiamo mettendo tutta per farci trovare pronti, grazie ad un mercato sia funzionale alle nostre necessità, entro determinati confini. Dybala non è arrivato, sento dire qua e là. La società ha fatto un tentativo, poi quando trovi davanti a te gli steccati devi fermarti. Ma non per questo dobbiamo sentirci da meno“.

Napoli, Spalletti: “Raspadori? È il sostituto naturale di Mertens”

Napoli Dybala Raspadori Mertens Totti Spalletti
Raspadori © LaPresse

La sessione di trasferimenti è ancora lunga e al Napoli, come noto, piace parecchio Giacomo Raspadori: “Non è un mio giocatore. Avrebbe sicuramente tutte le caratteristiche per darci una mano. Ha anche personalità, aspetto che noi abbiamo perso un po’ nel passaggio al nuovo ciclo. Con lui saremmo nella giusta direzione, è il rimpiazzo naturale di Mertens“.

E a proposito di Mertens: “Non siamo stati io e il club a non volerlo con noi, chiariamo. Avrebbe potuto darci una grande mano. La società, però, gli ha fatto un’offerta e lui non ha accettato. Giusto così, mi tengo fuori da certe dinamiche“.

Sul rapporto con De Laurentiis: “È diretto e, quindi, vero. A volte sono necessari dei compromessi: un po’ abbozzo io, un po’ lo fa lui. Siamo due persone forti“.

Infine, Spalletti rilascia un passaggio su Totti e la fine del matrimonio con Ilary Blasi: “Sinceramente non me l’aspettavo e mi dispiace davvero. La famiglia è importante nella vita di ogni uomo e quella di Totti mi sembrava solida. Ma la vita riserva anche questo, è un peccato“.