Mancini duro con Zaniolo: “Si sbrighi che il tempo corre”

Il tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, in una lunga intervista analizza il momento dell’Italia e non risparmia Zaniolo

La sconfitta contro la Macedonia del Nord e la conseguente esclusione dal prossimo Mondiale in Qatar ancora pesa per l’Italia. Il tecnico Roberto Mancini oggi in una lunga intervista a ‘Il Giornale’ ha analizzato sia la situazione dei giovani in Italia che il calciomercato in Serie A.

Roberto Mancini, allenatore della Nazionale italiana ©LaPresse

Sui giovani che hanno lasciato l’Italia ha voluto sottolineare: “Spero abbiano possibilità di giocare. È così che si cresce. Gli italiani una volta restavano, ora sono ancora pochi rispetto a quelli di altre nazioni”. Poi non risparmia Nicolò Zaniolo sul quale afferma: “Ha qualità, come le aveva già anni fa. È giovane, ma è meglio che si sbrighi perché il tempo corre. Capisco abbia perso tempo per gli infortuni, ma gli anni passano”.

Mancini sugli italiani all’estero: da Scamacca e Lucca a Koulibaly e de Ligt

Ora è UFFICIALE: il Sassuolo ha ceduto Scamacca
Gianluca Scamacca ©LaPresse

Molti giocatori dall’Italia hanno scelto l’estero per il loro futuro. Due di questi sono Scamacca e Lucca sul quale il tecnico Roberto Mancini ha affermato: “Scamacca è stato uno dei primi ad emigrare in Olanda. In Premier può dare tanto, ma non sarà facile. L’importante è che giochi e migliori. Lucca ha una grande possibilità per migliorare tecnicamente. L’Ajax è come Real, Barcellona, Juve ed altre dove un pari è una sconfitta. Da quelle parti sfornano giovani, poi li vendono e fanno i soldi. I nostri a 18 anni sono ancora in Primavera, mentre all’estero giocherebbero tutti”.

Infine una parentesi sugli addii di top player come Koulibaly e de Ligt: “È un peccato. Ormai il calcio è così, Koulibaly non è giovanissimo ma uno dei migliori. De Ligt è venuto giovane e da giovane se ne va. Speriamo cresca qualche italiano”.