TV PLAY | Da Milinkovic-Savic al mercato del Milan: parla Semplici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:31

Leonardo Semplice, ex allenatore del Cagliari, è intervenuto alla TV Play – Calciomercato.it: dal Milan a Milinkovic-Savic, le sue parole

L’ex allenatore del Cagliari Leonardo Semplici è intervenuto quest’oggi alla diretta Twitch di TV PLAY – Calciomercato.it. Il tecnico ha toccato vari argomenti: dal mercato del Milan al futuro di Milinkovic-Savic.

Semplici
Semplici

MERCATO MILAN – “Credo che il Milan sia partito un po’ in ritardo viste le conferme tardive di Massara e Maldini, credo si stiano muovendo per cercare di ingaggiare giocatori potenzialmente importanti, penso che alla fine anche il Milan riuscirà a prendere i calciatori che si è prefissato”.

CAGLIARI – “Non sono un indovino, ma penso che si sarebbe salvato con me, ovviamente per come è andata a finire dispiace per una piazza straordinaria”.

PETAGNA – “Ha bisogno di giocare, ha una struttura importante, il mio consiglio è di tornare a essere protagonista con una squadra con potenzialità diverse, ma con la voglia di rimettersi in gioco e tornare in doppia cifra. Penso che abbia delle buone qualità, ha una struttura possente. L’anno della SPAL fece 16 gol, se gli dai fiducia credo sia un giocatore che possa dire la sua, penso che Monza possa essere una piazza adatta”.

Semplici: “Milinkovic? Valore aggiunto per la Lazio”

Milinkovic-Savic
Milinkovic-Savic © LaPresse

MILINKOVIC-SAVIC – “Ha un valore importante, secondo me è cresciuto tantissimo, è un grande giocatore, un valore aggiunto per la Lazio, anno dopo anno si è migliorato, può calcare anche dei campi importanti come la Premier League. Sicuramente perderemmo un giocatore di grande valore, bisogna cercare di trattenerli, penso che la Lazio abbia le potenzialità per farlo”.

FIORENTINA – “Penso si stia muovendo molto bene, Jovic è un grande giocatore, così come gli altri acquisti. Si stanno muovendo molto bene e in maniera veloce. Partono da una buona base, sono rientrati dopo tanti anni in Conference”.

SARRI – “Lo conosco perché è toscano, credo abbia dimostrato di essere un allenatore top che ha fatto grandi cose prima all’Empoli poi in altre società e ora penso stia cercando di proporre un certo tipo di calcio anche alla Lazio. Lo scorso anno è stato di conoscenza e lui sta cercando di mettere le sue idee, penso vedremo una Lazio diversa”.

NANDEZ – “Può arrivare in un grande club, chiaramente gli va individuato il ruolo, secondo me è un esterno, con me da quinto ha fatto benissimo e infatti era finito nel mirino di diverse grandi squadre”.

MANCINI – “Mancini è un giocatore forte, di grande personalità, sta dimostrando in una piazza difficile di avere gli attributi, chiaramente deve migliorare, si vedeva già dalla Primavera che avrebbe fatto un certo tipo di carriera”.

RUGANI – “Deve giocare con la difesa a quattro, negli anni si è confermato”.