CMIT TV | Galliani: “Dybala non al Milan. Ecco chi voglio al Monza”

Da Dybala al Milan al sogno in attacco per il Monza, alla CMIT TV è intervenuto in diretta Gianluca Galliani

Tra i club protagonisti sul mercato c’è indubbiamente il Monza. Il club brianzolo, neopromosso, è uno dei più attivi dal punto di vista delle entrate e a proposito della situazione Monza, è intervenuto alla CMIT TV Gianluca Galliani, figlio di Adriano, ad biancorosso. Galliani, oltre che di Monza, ha parlato pure di Milan.

Gianluca Galliani
Gianluca Galliani alla CMIT TV

STROPPA – Giovanni ha fatto qualcosa di straordinario la stagione appena concluso. Vincere tutte e quattro le gare dopo aver perso l’ultima partita a Perugia è stato straordinario, merito del suo gioco e dell’ossatura della squadra.

OBIETTIVI MONZA – Nel momento in cui il Monza si salverà sarò felici, più giocatori compri e più è difficile gestire la squadra. Quando arriverà l’aritmetica salvezza sarò più che soddisfatto. Inevitabile che con un presidente e un ad così ci siano obiettivi importanti, arrivare a qualificarsi nelle coppe è difficilissimo, ci sono 8 squadre fortissime e una rimane fuori sempre sistematicamente fuori. Ci sono una serie di ottime squadre e gestite benissimo da proprietà e dirigenti, rientrare in questa casistica non sarebbe facile.

DYBALA – In relazione al Milan, Massara e Maldini hanno un’area scout molto attiva e tra le migliori. Dybala al Milan mi sorprenderebbe perché non è il profilo di giocatore che il Milan cerca, potrebbe essere più probabile al Monza. In altre squadre sì, al Milan non lo vedo proprio.

GALLIANI SR – Nella fase in cui era fermo il calcio ha accusato la cosa. Ora è al settimo cielo, c’è euforia nel Monza che si è creata a tutti i livelli, dalla proprietà alla squadra, che negli ultimi anni di Milan non c’era. C’è voglia di stupire. Vedo papà ringiovanito.

TRIBUNA DISTINTI – Sulla questione stadio Daniela Gozzi sta lavorando giorno e notte, c’è cauto ottimismo, mi auguro sia pronto per la prima di campionato, si stanno facendo sforzi importanti, speriamo di avere lo stadio pieno per la gara contro il Torino e che i lavori siano stati ultimati.

Adriano Galliani
Adriano Galliani ©LaPresse

SOGNO IN ATTACCO – Io amo la linea dei giocatori italiani e preferisco sempre quando arriva un giocatore italiano. Se il Monza riuscisse a fare un gruppo di ragazzi italiani molti magari di Monza o della Brianza sarebbe ottimo. Io personalmente preferisco giocatori su cui costruire un progetto. Pinamonti o Petagna? Sono profili interessanti. A me vedere ragazzi italiani, magari di Monza o della Brianza come Pessina o Caldirola in rosa mi rende molto felice.

SCUDETTO MILAN – Ho festeggiato lo scudetto del Milan urlando negli spogliatoi del Monza perché c’era la coincidenza della sfida contro il Brescia. Ho le due squadre nel cuore, il vero problema sarà quando giocheranno contro. Non mi sono mai posto la questione, esulterò a tutti i gol. Sono tifoso accesissimo di entrambe e sono ottimista su entrambe. Non condivido questo pessimismo sul Milan, è l’unica tra le top che non ha necessità di vendere per fare mercato, ho fiducia totale nei dirigenti e come tifoso sono abbastanza sereno. Il Monza ha dovuto venire molto, il Milan meno ma il periodo del Milan è quando si gioca. Fa tanto scouting e compra giocatori magari meno noti, sarà il campo a parlare anche se questo non toglie nulla alla campagna acquisti sontuosa che sta facendo l’Inter.

ACQUISTO TOP DELLA SERIE A – Mi ha impressionato l’affare Lukaku, era inimmaginabile che un giocatore potesse partire a quelle cifre e poi tornare l’anno dopo. E’ un’operazione unica nel suo genere. Lui e Pogba sono operazioni per far benissimo quest’anno, lo scudetto del Milan raggiunto con meno budget ha segnato un po’ le altre squadre. Quando hai una squadra che spende meno di te per ingaggi e cartellini allora sei quasi obbligato a migliorare la tua squadra.