Il rinnovo di Leao non si sblocca: il Milan apre ad ipotesi clamorosa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:33

Nuovi rumors di calciomercato che riguardano Rafael Leao dopo i problemi registrati per il rinnovo del contratto con il Milan

Dopo i casi Donnarumma, Calhanoglu, Kessie e Romagnoli, il Milan rischia di ritrovarsi nella stessa situazione con Rafael Leao. Ad oggi il futuro dell’attaccante portoghese rimane a tinte rossonere, ma la scadenza sul suo contratto fissata per il giugno 2024 non fa di certo dormire sonni tranquilli ai dirigenti milanisti.

Calciomercato Milan, il prezzo fissato per la cessione di Leao
Rafael Leao ©LaPresse

Il portoghese nell’ultima annata che ha portato allo scudetto è stato probabilmente il calciatore più decisivo. Soprattutto nella seconda parte di stagione, quando le sue fiammate e la grande abilità nell’uno contro uno hanno fatto la differenza in fase realizzativa: una scommessa vinta in pieno dal Milan che per lui aveva investito quasi 30 milioni di euro nell’estate 2019.

Il nodo sul suo futuro, però, riguarda appunto l’accordo contrattuale che lo lega ai rossoneri sino all’estate del 2024. E’ vero che il Milan è forte di una clausola rescissoria da 150 milioni di euro presente sul suo contratto, ma allo stesso tempo la distanza sul rinnovo rispetto alle prime richieste dell’entourage rischiano di portare il ragazzo a ridosso della scadenza.

Calciomercato Milan, il prezzo fissato per la cessione di Leao

Calciomercato Milan, il prezzo fissato per la cessione di Leao
Rafael Leao ©LaPresse

Secondo quanto riportato da ‘Sportmediaset’, il Milan potrebbe quindi aprire alla cessione già questa estate. Ad oggi nessuno sembrerebbe essere disposto a pagare i 150 milioni della clausola per liberarlo dal contratto con i rossoneri, ma dalle parti di via Aldo Rossi sarebbero propensi a prendere in considerazione maxi offerte da 90 milioni a salire.

Uno scenario che non viene scartato in casa Milan e che lo stesso entourage di Leao potrebbe presto valutare qualora non si sbloccasse l’impasse sul rinnovo. Qualora il portoghese non andasse incontro alla dirigenza rossonera rivedendo al ribasso prima richiesta da 7 milioni netti a stagione fino al 2027, il rischio di perderlo sarebbe molto alto.