Juventus, Neymar sogno impossibile: la richiesta shock

È rottura tra il Paris Saint-Germain e Neymar: la stella brasiliana sarebbe stata proposta anche alla Juventus. Gli ultimi aggiornamenti

Neymar e il PSG sono sempre più lontani. Le ultime dichiarazioni di Al-Khelaifi avrebbero segnato la rottura definitiva tra il club e l’asso brasiliano, che la società parigina intende mettere alla porta.

Neymar con la maglia del PSG ©️ LaPresse

“Ci aspettiamo che tutti facciano di più, l’anno scorso non è stato abbastanza e bisogna essere umili e concentrati per evitare infortuni o squalifiche”. Senza nominare Neymar, il presidente del PSG ha risposto così ad una domanda sul brasiliano, aggiungendo: “Chi non fa parte del progetto, deve andarsene. C’è chi ha approfittato della situazione in passato, ma ora è finita. Non vogliamo più nomi appariscenti. È la fine dei lustrini che luccicano”. Parole che, stando alle indiscrezioni provenienti dalla Francia, non sarebbero state gradite dall’ex Barcellona. È ormai rottura tra le parti, e negli ultimi giorni si è parlato anche di un Neymar proposto alla Juventus. Al momento, però, si tratta di un sogno impossibile per i bianconeri a causa delle altissime richieste e dei costi della stella verdeoro.

Calciomercato Juventus, la richiesta di Neymar al PSG

"Situazione pesante per la Juventus": non meno di 110 milioni
Nedved, Agnelli e Cherubini ©️ LaPresse

In Francia sono certi: una fonte vicina ad Al-Khelaifi avrebbe riferito a ‘RMC Sport’ che il club ha già informato il padre-agente di Neymar della volontà di rescindere il contratto. Il giocatore ha altri tre anni di contratto e, forte di uno stipendio da 40 milioni, avrebbe chiesto il pagamento dell’intero ingaggio, circa 200 milioni di euro. L’unica soluzione possibile appare al momento la cessione in prestito, a costo di contribuire al pagamento dell’ingaggio. Il sogno dell’attaccante è il ritorno a Barcellona, improbabile però a causa delle difficoltà economiche del club catalano. Per quanto riguarda la Juventus invece, come riferito dal ‘Corriere della Sera’, da Torino arrivano solo smentite.