Nuova grana per Inzaghi: “Ci saranno attriti all’Inter”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:59

Da Bastoni a Dumfries passando per Dybala, Lukaku e Onana: si è parlato anche di Inter nella diretta Twitch della CMIT TV

Abbiamo parlato anche di Inter nella diretta Twitch della Tv di Calciomercato.it. Da Dumfries a Bastoni passando per Dybala, Lukaku e Onana, ecco l’intervento completo del nostro ospite Fabio Bergomi.

Simone Inzaghi ©LaPresse

SACRIFICATO INTER – “Mi sono sempre esposto. Se entra Bellanova, quello che esce potrebbe essere Dumfries. Poi ho dato la primizia che l’Inter avrebbe comunque fatto una telefonata per Cuadrado, opzione allettante per Marotta. Tornando all’Inter, l’indiziato, dopo che Bastoni ha fatto capire che non se ne andava, diventa Dumfries. Chiudendo il discorso, il problema dell’Inter è che non è sacrificabile nessuno, questa cosa che è girata dopo Bastoni, spalleggiata anche da tanti tifosi ha portato i nerazzurri ad accelerare le cessioni che Suning, e soltanto Suning, ha imposto: di ufficiale non c’è nessuna esigenza in realtà. Lautaro non è sacrificabile perché ha delle qualità se viene chiamato da Messi, se segna nei più grandi stadi”.

ENTRATE – “Dybala arriva al 100%. Su Lukaku c’è tanta buona volontà, ma non è facile con il Chelsea. Se arriva Lukaku fanno spazio almeno in cinque: de Vrij, Sensi, Dumfries, Pinamonti, Gagliardini, più alcuni giovani e qualche riscatto. Poi c’è sempre Satriano che è molto richiesto”.

FASCE – “Non andava perso Perisic a sinistra quando era diventato un ingranaggio perfetto. Qui non possiamo dire niente però perché la volontà del giocatore c’era, poi è vero che magari se fai l’offerta un po’ prima cambia qualcosa. Il domino parte perché tu non vuoi fare un piccolo investimento per Perisic. A me comunque la campagna dell’Inter sta piacendo. Marotta ha detto di voler conservare tutti. Se mi tengono le colonne dell’Inter e mi vanno sui nomi fatti: Asllani, Ederson e Mkhitaryan come riserve”.

Inter, Bergomi: “Attriti Onana-Handanovic, Inzaghi non è il profilo giusto per risolvere la questione”

Handanovic e Inzaghi ©LaPresse

ONANA – “L’anno prossimo o l’allenatore decide chi giocare, oppure ci saranno degli attriti con Handanovic. Secondo me Inzaghi non è il profilo giusto per questo discorso, lì ci vorrebbe tutto un team, a meno che in società non abbiano già fatto il discorso”, ha concluso Bergomi.