A tutto Berlusconi: “Faccio sempre lezioni di calcio. Champions? Ecco il nostro piano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:04

Il presidente del Monza, Silvio Berlusconi, ha rilasciato una lunga intervista dopo la promozione dei brianzoli, trattando vari argomenti

Berlusconi e Galliani di nuovo in Serie A. Il duo tra i più vincenti della storia del calcio tornerà a disputare il campionato di prima categoria e lo farà con il Monza. Ieri i brianzoli hanno conquistato una storica promozione, che non era mai arrivata in 110 lunghi anni di storia.

Berlusconi Monza
Silvio Berlusconi © LaPresse

Dettaglio che alimenta ulteriormente l’entusiasmo della piazza, oltre a rendere unico il traguardo raggiunto. A poche ore dal fantastico successo ai playoff, il patron Silvio Berlusconi ha rilasciato una lunga intervista a ‘Quarta Repubblica’, il talk show condotto dal noto giornalista Nicola Porro su ‘Rete quattro’. L’ex Milan ha commentato innanzitutto la vittoria contro il Pisa e il conseguente salto di categoria nella massima serie: “Ogni vittoria dà una bella soddisfazione e quella di ieri è stata una grande vittoria per una squadra che milita in Serie B e che, finalmente dopo 110 anni di storia dalla fondazione della società, si è qualificata alla Serie A e può mettersi in mostra nel massimo campionato. Nello nostro stadio accoglieremo club come Milan, Inter, Juventus e Roma. Sarà sempre una grande festa“.

Berlusconi aggiunge: “Il calcio è un grande sport, il pubblico partecipa tanto. Ieri ci trovavamo all’interno di un crogiolo di tifosi che non stavano fermi e zitti un attimo, lo stadio voleva il successo dei nostri avversari. Queste sono vittorie pulite, che fanno anche bene al cuore“. La Serie A, nella stagione 2022/23, avrà ben cinque squadre lombarde e per il presidente la sua regione rappresenta un modello da seguire: “Non è una coincidenza, la Lombardia è un modello. È la regione che produce e lavora di più. Monza è una provincia importante e conta 870mila abitanti, di cui tantissimi lavorano. Ci sono 74000 imprese: Monza meritava di avere una squadra presente in Serie A“.

Monza, Berlusconi: “La Champions non è nei nostri piani”

Monza Berlusconi
Silvio Berlusconi © LaPresse

Alla domanda se bisogna investire cifre folli nel calcio per vincere, Berlusconi ha così risposto: “Non è vero. Noi siamo riusciti sempre a fare degli investimenti anche importanti, ma non folli“. E sulla necessità del Monza di realizzare un colpo sul calciomercato: “Non credo sia così. La nostra squadra ha una tecnica di gioco che io ho suggerito ed è molto efficace. Hanno registrato quello che ho detto ai giocatori prima di scendere in campo e sono le mie raccomandazioni tecniche. Non si deve perdere tempo nella nostra metà campo come ho visto fare a Liverpool e Real Madrid. Se faccio lezioni di calcio ai giocatori? Sempre. Lo faccio da quando ho iniziato“.

Infine, chiosa sulla qualificazioni in Champions League: “Se ci andiamo il prossimo anno? Era una battuta, non è nei nostri piani. Il nostro piano è comportarci nella maniera giusta nel campionato di Serie A e cercare di rimanere nei piani alti della classifica“.