Bruno Fernandes scaricato: torna in Serie A con destinazione choc

Il nuovo Manchester United prenderà forma sotto i dettami del nuovo tecnico Erik ten Hag. Tra gli eventuali addii persino Bruno Fernandes 

Fari puntati sul futuro per il Manchester United dopo la deludente stagione conclusa quest’anno addirittura fuori dalle prime quattro in classifica. Prima la separazione da Solskjaer e poi il nuovo cambio d’allenatore dopo Rangnick in vista della prossima annata con Erik ten Hag, che osserva già da vicino la sua creatura che andrà prossimamente modellata a sua immagine e somiglianza. L’arrivo dell’ex allenatore dell’Ajax dovrà essere il primo tassello per dar vita ad un nuovo Manchester United talentuoso ed ambizioso.

Bruno Fernandes tra gli scarti di ten Hag: idea per Milan o Juve?
Bruno Fernandes © LaPresse

Il tecnico olandese dovrà però prima di tutto fare una valutazione sulla rosa attualmente a disposizione con diversi elementi, anche importanti, che potrebbero però partire in estate. Alcuni infatti potrebbero lasciare Old Trafford in quanto ritenuti non del tutto adatti al prossimo sistema nella testa di ten Hag.

Il portale ‘Planetfootball.com’ stila addirittura una lista di ben sette calciatori che potrebbero essere scartati da ten Hag per il futuro per motivi differenti. Da De Gea a Elanga, passando per Rashford, Wan Bissaka, McTominay, Alex Telles fino ad arrivare anche ad un profilo totalmente inaspettato come quello di Bruno Fernandes.

Calciomercato, il Manchester United rischia la rivoluzione: tra gli ‘scarti’ di ten Hag persino Bruno Fernandes

Bruno Fernandes tra gli scarti di ten Hag: idea per Milan o Juve?
Bruno Fernandes e Pogba ©LaPresse

Fino all’arrivo di Cristiano Ronaldo, il centrocampista lusitano era stato l’uomo principale dello United con numeri da campione assoluto. Le cose sono leggermente cambiate al ribasso quest’anno, pur mantenendo un discreto standard di rendimento. Il Manchester peraltro gli anche ufficialmente rinnovato il contratto fino al 2026, ma secondo il portale britannico c’è la possibilità che ten Hag non sia un fan dell’approccio di Fernandes.

Il portoghese cerca costantemente lanci lunghi e assist da visionario, mentre l’allenatore olandese potrebbe andare alla ricerca di una manovra più metodica e ragionata. Un creatore di occasioni eccezionale che però potrebbe far riflettere ten Hag. L’addio resta ai limiti dell’impossibile, ma qualora arrivasse un taglio improbabile in Italia potrebbero pensarci Milan o Juventus, entrambe solo con la formula del prestito.