Brahim Diaz, Kessié, Asensio e molto altro: Pioli a ruota libera

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:37

Stefano Pioli ha parlato in una lunga in intervista: da Brahim Diaz al futuro di Theo Hernandez, tanti i temi trattati dal tecnico del Milan

Lo straordinario scudetto rossonero ha un volto ben definito ed è quello di Stefano Pioli, che quest’anno ha raggiunto l’apice della propria carriera da allenatore: in una lunga intervista ha parlato del futuro.

Brahim Diaz, Kessié, Asensio e molto altro: Pioli a ruota libera
Stefano Pioli @LaPresse

Il tecnico del Milan ha parlato in esclusiva ai microfoni di ‘AS’, rispondendo sui principali temi di campo e di mercato. Riguardo allo scudetto, Pioli ha dichiarato: “Ci abbiamo sempre creduto, ma ci sono due partite chiave. La rimonta nel Derby e la vittoria in extremis contro la Lazio”. L’allenatore emiliano, poi, ha parlato anche di Theo Hernandez e della sua previsione sul fatto che sarebbe diventato l’esterno più forte del mondo: “È come l’Ira di Dio, ha una forza e una determinazione incredibile. Quest’anno è diventato un giocatore più completo, ma credo abbia ancora margini di miglioramento”. Ma è sui temi di mercato che le parole di Pioli si fanno molto più interessanti.

Calciomercato Milan, parla Pioli: “Vorrei tenere Brahim Diaz. Asensio è un grande giocatore”

Asensio non vuole sentirne parlare: 'messaggio' indiretto per il Milan
Asensio © LaPresse

Tra Milan Real Madrid ci sono diversi possibili incastri di mercato, primo fra tutti quello legato a Brahim Diaz, attualmente in prestito dalle ‘Merengues’. Stefano Pioli ha parlato del numero ’10’ iberico: “Molti dimenticano che è ancora giovane e che era la sua prima esperienza da titolare in una big. È successo anche a Tonali l’anno scorso, ma sono sicuro che sia un grande giocatore. Vorrei che rimanesse? Si, naturalmente”. Un altro giocatore del Real che sembra fare gola ai rossoneri è Marco Asensio, sul quale il tecnico emiliano ha speso queste parole: “È un grande giocatore, ma sono troppo contento dei miei giocatori per parlare degli altri”.

Infine, non è mancato un pensiero per Donnarumma Calhanoglu che hanno lasciato il Milan in estate e non hanno potuto vincere lo scudetto, così come per Kessié che lascerà il club a breve. “Da parte loro ho visto una grande attenzione, professionalità e la voglia di dimostrare di essere bravissimi, per questo augurerò sempre il meglio a loro così come a Frank”. Sul centrocampista africano, poi, ha chiosato: “Spero che vada tutto bene per lui, tranne se ci dovessimo incontrare in Champions League. Lì spero di batterlo”.