CMIT TV | Via per 80 milioni: “La Juve non può rifiutare”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:22

Si parla di calciomercato della Juventus alla CMIT TV. A fare il punto della situazione in casa bianconera è il collega di Tuttosport, Antonino Milone 

Antonino Milone di Tuttosport è intervenuto alla CMIT TV per parlare di calciomercato. Attenzioni puntate sugli affari della Juventus, che deve prova a blindare de Ligt e rafforzare l’attacco.

Milone sulla Juventus a CMIT TV
Agnelli ©LaPresse

Si parte proprio dal difensore olandese, che ha un contratto in scadenza nel 2024 che potrebbe lasciare i bianconeri: “Non è che rischi di andar via l’anno prossimo per la questione rinnovo – esordisce il collega -, è quello che succede ai grandi giocatori. Quando vieni in Italia e diventi oggetto di offerte che non si possono rifiutare, quando sento le sirene della Premier sono spaventato. E’ altamente improbabile che de Ligt vada via adesso, ma è evidente che quando vai a rinnovare il contratto devi scendere a compromessi e la clausola sarà ridotta, 70-80 credo. Il Chelsea ha appena cambiato proprietà ad esempio, può rifare una squadra. Non si possono rifiutare offerte dall’estero, anche se sei la Juventus”.

Calciomercato Juventus, la scelta di Allegri in attacco: parla Milone alla CMIT TV

Milone sulla Juventus a CMIT TV
Milone sulla Juventus a CMIT TV

MURIEL – Che possa essere utile, viste le sue qualità, non è da discutere – prosegue Milone -. Sul fatto che con l’Atalanta la trattativa possa essere semplice mi fermerei un attimo. A me risulta che la Juventus, per affiancare Vlahovic, Allegri voglia un giocatore più strutturato rispetto al colombiano”.

ARNAUTOVIC – Ecco così la possibilità Arnautovic per la Juventus – “Penso che possa essere un nome gradito ad Allegri, sul fare panchina è da vedere”.

FASCIA SINISTRA – “Su Alex Sandro non ci sono particolari offerte, in questo momento rimane e può darsi che resti fino a fine termini. La Juventus vuole fare un colpo vero però. Udogie piace, ma viene ritenuto un po’ acerbo. Continuano a dirci che sia Emerson l’obiettivo numero uno, ma qualche dubbio me lo riservo”.

DELUSIONI E SECONDE CHANCE“Locatelli è uno dei pochi blindati. Sono certo che Allegri sia molto deluso dal fatto che si aspettasse molti più gol da McKennie e Rabiot. Per il primo la cessione potrebbe portare un buon introito. Anche il francese è molto gradito, ma ad un certo punto fai due conti e se arriva l’offerta giusta può partire. Ci saranno molte cessioni, questo è sicuro”.