“Costretti a cedere”: la normativa cambia i piani dell’Inter

La nuova normativa cambia il futuro dell’Inter: Suning potrebbe essere obbligata a cedere la società

Non sono certo giornate all’insegna della tranquillità a Milano. Inter e Milan vivono momento di grande tensione visto che domenica si giocano lo scudetto.

Zhang
Zhang © LaPresse

Ci credono i rossoneri che sono ad un punto dall’interrompere un digiuno ormai decennale, ci sperano i nerazzurri che fanno il tifo per il Sassuolo per conservare il tricolore sulla propria maglietta.

Scudetto a parte, sulle due sponde dei Navigli sono in fermento anche per le questioni societarie. Il Milan potrebbe presto passare a Red Bird, ma anche in casa Inter potrebbero esserci novità in arrivo. A scriverlo è il ‘Wall Street Journal’ che racconta di una nuova normativa che potrebbe essere presto introdotta in Cina.

Inter, Suning costretto a cedere?

Inter
Inter © LaPresse

Secondo il quotidiano americano, il Partico Comunista Cinese avrebbe pronta una normativa che proibirebbe a propri funzionari di possedere proprietà estere. Una direttiva che riguarderebbe anche Zhang Jindong, numero uno di Suning.

La direttiva vieterebbe il possesso di partecipazioni in proprietà estere anche a figli e coniugi e potrebbe significare per Suning la necessità di cedere l’Inter. Il gruppo proprietario della società nerazzurra – come si legge su ‘sportmediaset.it’ – continua a smentire una imminente cessione ma se dovesse essere davvero emanata questa direttiva per Zhang non ci sarebbero molte alternative.