CMIT TV | Juventus, la smentita arriva in diretta: “Nessuna trattativa”

Davide Torchia, agente di Daniele Rugani, è intervenuto in esclusiva alla CMIT TV rispondendo anche alle domande sul futuro

Per la Juventus è già tempo di futuro. La gara con la Fiorentina è ormai una formalità per i bianconeri: da Dybala a Chiellini, passando per Bernardeschi, la società sta già lavorando ad addii e acquisti.

Davide Torchia
Davide Torchia alla CMIT TV

Tra chi potrebbe andare via c’è anche Daniele Rugani per il quale si è parlato di uno scambio con Acerbi. Sulla presunta trattativa con la Lazio è intervenuto in esclusiva alla CMIT TV il suo agente, Davide Torchia: “Non c’è nessuna trattativa con nessuno. Trovare l’accordo con Lotito in qualsiasi campo, anche per l’ombrellone a mare – ha aggiunto scherzando -, è particolarmente complicato”

DIFESA JUVE Bonucci è sempre stato un titolare. E’ stato uno da sessanta partite l’anno. Anche de Ligt ha saltato diverse partite per infortunio. Andiamo ad affrontare un campionato che inizierà molto presto, avrà 4 partite ad agosto, tutto compresso, a novembre si fermerà, ripartirà a gennaio: è una situazione che non abbiamo mai vissuto. Per quel che riguarda la Juve, siamo in un momento economico in cui non si possono comprare cinque giocatori in più per vedere se servono. Occorre fare un discorso sui difensori centrali, abbiamo visto che servono determinati giocatori. Sugli esterni bisogna vedere chi va via: se, come si vocifera, va via qualcuno, bisognerà intervenire”.

Juventus e rimpianto Kulusevski: Torchia alla CMIT TV

RIMPIANTO KULUSEVSKI – “E’ quello che si portano dietro i club che giocano a livello internazionale. Non è che la Juve non ha pazienza, ma ci sono determinate dinamiche di mercato, un calciatore pagato tot, un mese non gioca bene e arriva l’offerta: si guarda all’economia familiare, si fanno i calcoli. Nel calcio si vende il vendibile, non quello che vuoi tu: allora a volte si danno via giocatori che sono bravi”.

ATTACCANTI SASSUOLO – “E’ anche vero che certi giocatori messi in una squadra con qualità maggiore, data anche l’età, si presume che possano esprimere la loro qualità”.