CMIT TV | Jacobelli ‘avvisa’ Allegri: “Così non andrà lontano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:58

Il giornalista Xavier Jacobelli è intervenuto alla CMIT TV per parlare di Juventus: da Allegri al calciomercato, ecco le sue dichiarazioni

Tra emozione e lacrime, l’Allianz Stadium ha salutato ieri due simboli bianconeri come Giorgio Chiellini e Paulo Dybala. Momento toccante, che ha messo da parte – almeno per una sera – i problemi della Juventus sul campo e non solo. Una volta chiuso il campionato, dopo l’ultima partita contro la Fiorentina in programma sabato, sarà il momento di concentrarsi a pieno sul futuro.

Juventus Allegri
Xavier Jacobelli alla CMIT TV

Ai microfoni della nostra CMIT TV, durante la consueta diretta pomeridiana sul canale Twitch di Calciomercato.it, è intervenuto Xavier Jacobelli, noto giornalista di ‘Tuttosport’. Il collega ha, innanzitutto, rilasciato alcune dichiarazioni sulla festa d’addio di ieri all’Allianz Stadium, ammettendo anche delle perplessità sull’operato di Massimiliano Allegri: “La festa è stata molto emozionante. Si è trattato di due addii diversi. Chiellini ha lasciato dopo 17 anni in bianconero, con una bacheca incredibile, per non parlare di quanto fatto in Nazionale. Per Dybala sappiamo come le parti non abbiano trovato l’accordo per il rinnovo del contratto in scadenza a giugno, ma il pubblico gli ha fatto sentire il suo affetto. Adesso hanno chiuso questo capitolo e la Juventus deve guardare avanti, facendo chiarezza su che tipo di squadra vuole la prossima stagione. È evidente che Allegri, se continua a sostituire Vlahovic quando è in vantaggio e usare un gioco difensivistico, non andrà lontano. Non credo potrà raggiungere risultati importanti in campionato e in Champions League. L’anno prossimo, tra l’altro, ricorre il centenario della proprietà Agnelli”.

Di Maria e Pogba sono alcuni dei nomi su cui sta lavorando la Juventus per la prossima stagione, ma Jacobelli ha seri dubbi sulle strategie della ‘Vecchia Signora’ in ottica calciomercato: “Serve chiarezza. Di Maria ha 34 anni, Perisic ne ha 33. Il croato è stato protagonista di una stagione straordinaria ed è ancora in lotta per lo Scudetto. Pogba ha 29 anni e nelle ultime tre stagioni con lo United ha giocato molto poco. Ci sono giovani di rilievo come Fagioli e Miretti. La Juventus vuole attuare un ringiovanimento della rosa, come ha dimostrato con le operazioni de Ligt e Vlahovic, o punta su calciatori a parametro zero d’esperienza per tornare a vincere subito? Questo è il bivio di fronte a cui si trova la Juventus”.

Juventus, Jacobelli alla CMIT TV: “Voto alla stagione di Allegri? Sufficienza”

Juventus Allegri
Allegri © LaPresse

Sul voto alla stagione di Allegri, Jacobelli non ha dubbi: “Sufficienza. Confrontato con Pirlo, è evidente che il predecessore abbia fatto meglio del successore. Ora Allegri ha 5 punti in meno della Juventus di Pirlo, che chiuse a 78. La Juventus ha perso 16 punti da una situazione di vantaggio in questo campionato. Per trovare una Juve peggiore bisogna risalire a quella di Del Neri che arrivò settima. È stato raggiunto l’obiettivo quarto posto, ma non basta. Sul resto bisogna lavorare tanto”.

In tanti, tifosi e non, si chiedono chi si occupi realmente delle questioni di mercato in casa Juventus. A questa domanda, il giornalista ha così risposto: “Cherubini è il responsabile delle operazioni di mercato, che però vengono affrontate anche dall’AD Arrivabene e il presidente Agnelli. A Cherubini sono affidate le questioni di mercato, non ci sono dubbi su questo”.