Provocano la Juve per de Ligt: l’erede di Alex Sandro e soldi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:29

La Juventus è in lotta per gli obiettivi residui di questo finale di stagione. Poi spazio al mercato con la ricerca anche di un terzino sinistro 

L’attenzione della Juventus è completamente riposta sul campo dove mancano le ultime tre gare ufficiali tra campionato e Coppa Italia, con in particolare la finalissima di mercoledì sera contro l’Inter a tenere prossimamente banco. Al netto di come si concluderà l’attuale stagione bianconera la dirigenza piemontese ha diversi tavoli su cui lavorare in vista della costruzione della squadra del prossimo anno. Attenzione a ciò che potrebbe accadere in difesa, dove andrà rinforzato il reparto non solo tra i centrali, ma anche nella batteria di terzini, in particolare a sinistra.

Juventus, Jordi Alba per l'esperienza: rischio de Ligt
Jordi Alba © LaPresse

Alex Sandro è ormai in nettissima fase calante da un paio di stagioni, ed anche quest’anno non ha risposto nel modo corretto tra infortuni e rendimento poco brillante. Pellegrini rappresenta una soluzione di ripiego e quindi per la prossima estate la Juventus potrebbe tornare alla carica su un terzino sinistro di grande esperienza e caratura internazionale. Il nome in questione porta a Barcellona e si tratta di Jordi Alba.

Calciomercato Juventus, il Barcellona vuole liberarsi di Jordi Alba: suggestione con de Ligt

Juventus, Jordi Alba per l'esperienza: rischio de Ligt
Matthijs de Ligt © LaPresse

Al netto di una leggera flessione dovuta all’età, Jordi Alba offre ancora oggi enorme qualità nel palleggio e in fase di costruzione dell’azione, oltre ad un bagaglio di esperienza da mancino navigato ai massimi livelli. Il Barcellona dal canto suo, visto l’alto ingaggio il nuovo progetto giovani che sta abbracciando il club, avrebbe tutte le intenzioni di liberarsene.

L’accordo col Barça è in scadenza nel 2024 con il cartellino non valutato sopra i 10 milioni di euro ma con al contempo uno stipendio importante da 9 milioni di euro lordi in virtù della riduzione applicata dal club e dai senatori agli stipendi più alti. Dal Barcellona potrebbe però arrivare la provocazione provando a chiedere nell’affare, dietro alto conguaglio, anche il cartellino di de Ligt, da sempre grande pallino blaugrana e sul quale non mancano le voci con l’ipotesi di un rinnovo ‘tattico’ fermo restando però la volontà della Juventus di proseguire ancora a lungo con l’olandese.

50 milioni circa più il cartellino di Jordi Alba potrebbe rappresentare la provocazione dei catalani che non troverebbe però terreno fertile da parte del club di Agnelli che ha fissato un tetto salariale intorno ai 7 milioni di euro non superabile neanche da calciatori esperti come il mancino spagnolo.